Libri a grandi caratteri

E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2017

Trovati 123 documenti.

Mostra parametri
Cristiani di Allah
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carlotto, Massimo

Cristiani di Allah / Massimo Carlotto

Treviso : B.I.I. ONLUS, 2018

I grandi

Abstract: Algeri, 1541. Il Mediterraneo è teatro di guerre, razzie, scontri religiosi. La possente armata di Carlo V, punta di lancia della cristianità, viene annientata alle porte della capitale nordafricana dai corsari di Hassan Agha, che reggono la città per conto del sultano di Costantinopoli. Questi corsari sono in gran parte dei rinnegati, ossia degli europei cristiani che hanno abbracciato l'islam, per interesse, come scelta di libertà o più semplicemente per poter saccheggiare navi e depredare coste nel Mediterraneo sotto la protezione della Sublime Porta. Anche Redouane e Othmane, i protagonisti del romanzo, sono dei corsari rinnegati. Ex lanzichenecchi, hanno scelto la libertà di Algeri, dove credono di poter vivere indisturbati la loro storia d'amore proibita. Othmane però commetterà l'errore di invaghirsi di un giannizzero, uno dei fanatici e spietati cani da guardia del sultano, e trascinerà anche Redouane in un gorgo di vendette, agguati, intrighi. Introduzione di Amara Lakhous.

Le avventure di Pinocchio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Collodi, Carlo

Le avventure di Pinocchio / Carlo Collodi

Treviso : B.I.I. ONLUS, 2018

I grandi

Abstract: Tutto ha inizio quando, nella propria bottega, il falegname mastro Ciliegia si rende conto che il ciocco di legno che si sta accingendo a lavorare per ricavarne la gamba di un tavolino è animato e in grado di parlare. Spaventato da questa situazione, mastro Ciliegia decide di rifilare il legno incantato al suo amico Geppetto, desideroso di costruirsi un burattino per riuscire a guadagnare qualcosa. È grande la sorpresa di Geppetto quando viene a conoscenza del fatto che il proprio burattino può muoversi e parlare; eppure Pinocchio – questo il nome che viene dato al burattino – evidenzia subito la propria inclinazione a compiere delle marachelle e a disubbidire al papà, che pur lo tratta come ciò che di più prezioso ha. È così che, sulla via per andare a scuola, Pinocchio si imbatte nel Gran Teatro dei Burattini dove si guadagna le ire del proprietario del teatro, Mangiafuoco, per aver interrotto lo spettacolo. Desideroso di gettarle il burattino di legno tra le fiamme, Mangiafuoco riesce ad intenerirsi alle richieste di Pinocchio e decide di donargli 5 monete d’oro affinché torni a casa da Geppetto. L’ingenuità del burattino si rende ben manifesta quando sulla propria strada incontra due temibili truffatori, il Gatto e la Volpe, che convincono con la menzogna Pinocchio a piantare il proprio denaro al Campo dei Miracoli ...

Madame Bovary
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Flaubert, Gustave <1821-1880>

Madame Bovary : [edizione in lingua originale] / Gustave Flaubert

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Torino : Marcovalerio, 2015

Liberi in lingua

Abstract: Un ufficiale sanitario, Charles Bovary, dopo aver studiato medicina durante la giovinezza, sposa una donna più grande di lui, Héloïse Dubuc, che però muore prematuramente. Rimasto vedovo, si risposa con una bella ragazza di campagna, Emma Rouault, impregnata di desideri di lusso e romanticherie, vagheggiamenti che le provengono dalla lettura di romanzi. Charles viene da famiglia benestante ed è un uomo per bene, ma è anche noioso e maldestro. Egli dispensa ogni tipo di delicatezza alla giovane moglie, la quale però, nonostante non lo dimostri, comincia ad avere sempre più a noia la sua monotona vita matrimoniale, molto diversa da quella che si era immaginata leggendo romanzi romantici. Il disprezzo di Emma viene ulteriormente rafforzato dal confronto con lo stile di vita dei ricchi aristocratici: i coniugi vengono infatti invitati per un ballo al castello di Vaubyessard, del marchese di Andervilles. Crogiolandosi nel ricordo delle raffinatezze che aveva potuto gustare per una notte Emma perde ogni interesse per i suoi passatempi e cade in uno stato di inerzia che preoccupa molto il marito. Egli, sperando che un cambiamento d'aria possa giovare alla salute fisica e mentale della moglie, decide di trasferirsi da Tostes a Yonville, dove è disponibile una condotta. A marzo, quando i due partono da Tostes, Emma è già incinta. A Yonville, Emma accetta il corteggiamento di una delle prime persone che incontra, un giovane studente di giurisprudenza, Léon Dupuis, che sembra condividere con lei il gusto per le "cose più belle della vita". Quando Léon se ne va per motivi di studio a Parigi, Emma intraprende una relazione con un ricco proprietario terriero, Rodolphe Boulanger. Confusa dai suoi fantasiosi vagheggiamenti romantici, Emma escogita un piano per fuggire con lui. Rodolphe, anche amandola, non è pronto ad abbandonare tutto per una delle sue amanti. Rompe quindi l'accordo la sera precedente a quella dell'architettata fuga, mediante una lettera sul fondo di un cesto di albicocche. Lo shock è tale che Emma si ammala gravemente e per qualche tempo si rifugia nella religione...

The scarlet letter
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hawthorne, Nathaniel

The scarlet letter / Nathaniel Hawthorne

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi in lingua

Abstract: La vicenda si svolge nella Boston puritana del sec. XVII. Hester Prinne ha preceduto nel Massachusetts il marito, un anziano scienziato, e ha avuto una figlia, Pearl, da una relazione illegittima. Viene messa alla gogna e condannata a portare sul petto la lettera A (adultera), ritagliata "in un bel panno scarlatto". Rifiuta di dire il nome del suo amante, ma il marito, sotto falso nome, si mette alla ricerca dell'uomo. Riesce a scoprirlo: è il giovane revederendo Dimmesdale, che soffre moltissimo, ma, per orgoglio, non vuole confessare. Pressato dal marito di Hester alla fine confessa pubblicamente la sua colpa, ma stroncato dall'emozione, muore.

Siddharta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hesse, Hermann

Siddharta / Herman Hesse

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Chi è Siddharta? È uno che cerca, e cerca soprattutto di vivere intera la propria vita. Passa di esperienza in esperienza, dal misticismo alla sensualità, dalla meditazione filosofica alla vita degli affari, e non si ferma presso nessun maestro, non considera definitiva nessuna acquisizione, perché ciò che va cercato è il tutto, il misterioso tutto che si veste di mille volti cangianti. E alla fine quel tutto, la ruota delle apparenze, rifluirà dietro il perfetto sorriso di Siddharta, che ripete il "costante, tranquillo, fine, impenetrabile, forse benigno, forse schernevole, saggio, multirugoso sorriso di Gotama, il Buddha, quale egli stesso l'aveva visto centinaia di volte con venerazione". Siddharta è senz'altro l'opera di Hesse più universalmente nota. Questo breve romanzo di ambiente indiano, pubblicato per la prima volta nel 1922, ha avuto infatti in questi ultimi anni una strepitosa fortuna. Prima in America, poi in ogni parte del mondo, i giovani lo hanno riscoperto come un loro testo, dove non trovavano solo un grande scrittore moderno ma un sottile e delicato saggio, capace di dare, attraverso questa parabola romanzesca, un insegnamento sulla vita che evidentemente i suoi lettori non incontravano altrove.

Con gli occhi chiusi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tozzi, Federigo - Tozzi, Federigo

Con gli occhi chiusi / Federigo Tozzi

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Spunti autobiografici conferiscono al romanzo una sorta di vigoroso e talvolta tumultuoso lirismo, cui fa da contraltare un realismo capace di cogliere la pena e l'angoscia del vivere. I due modi narrativi danno vita a una scrittura asciutta ed essenziale, a tratti violenta, che racconta la vicenda di un amore infelice e di una proprietà in rovina con una forte accentuazione delle tematiche psicologiche.

Il profeta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gibran, Kahlil<1883-1931>

Il profeta / Gibran Khalil Gibran

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: C’è chi sogna di diventare una star, chi una scrittrice, chi un profeta. È questo il caso di Kahlil Gibran, autore libanese vissuto tra Oriente e Occidente a cavallo tra ‘800 e ‘900. “Il profeta” è proprio il titolo del libro che gli ha regalato il successo nel ’23. La lettura procede scorrevole per metafore e aforismi che parlano dell’anima e all’anima. Dopo aver trascorso un periodo nella città di Orphalese, il profeta, Amustafa (l’ “eletto”), deve riprendere il suo viaggio; una nave l’attende ma il capitano, paziente, sa aspettare. Approfittando degli ultimi attimi, gli abitanti, nelle vesti della sacerdotessa Amitra o di un muratore o di un contadino o di un vecchio, gli chiedono di parlare dei temi più vari: dall’educazione all’amore, dall’amicizia al matrimonio, ognuno dei quali costituisce una sorta di paragrafo.

Le amanti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Serao, Matilde

Le amanti / Matilde Serao

Edizione speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Massimo Dias è un amante perfetto. Lo dice Teresa che poi confida: "Il tradimento è uno dei caratteri della perfezione in amore. Sarà una verità crudele ma è cosi". La Serao scrive racconti che potrebbero considerarsi un moderno training alla vita di coppia e indaga con imparziale precisione le sfumature sentimentali maschili e femminili, ci fa vivere le attese, le speranze, ci introduce nella privatezza dei due universi e del loro differente modo di sentire. La scrittrice filma i suoi personaggi di nascosto, li inquadra nel vibrare voluttuoso delle loro passioni e nel successivo dipanarsi delle conseguenze amorose. Spesso i racconti si risolvono nell'ultimo periodo. In alcuni casi, come nel "Convegno", nell'ultima parola.

Piccolo mondo moderno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fogazzaro, Antonio

Piccolo mondo moderno / Antonio Fogazzaro

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Pubblicato nel 1901, "Piccolo mondo moderno" è il secondo romanzo della quadrilogia Maironi. Opera di raffinata modernità, ma anche tormentata, che scaturisce da un elaborato processo creativo, il romanzo è un'intensa analisi psicologica dei patimenti del giovane Piero Maironi, in cui si riflette l'immagine dello stesso scrittore, come in uno specchio opaco. La contrastata e sofferta passione tra il giovane, pieno di nobili ideali e di fede, e la bella Jeanne Dessalle, altrettanto nobile ma scettica, è al centro della trama. Piero, combattuto tra i crescenti dubbi religiosi e la sensualità incatenante di lei, tra l'adulterio e la fedeltà coniugale, percorrerà la durissima parabola discendente del proprio credo. Fa da sfondo alla vicenda una città di provincia in cui si muovono personaggi minori e comparse, che animano e affollano questo piccolo mondo fatto di meschinità domestiche, di piccoli intrighi politici, di grettezze sociali e d'invidie malcelate dietro i muri delle sue case.

La cripta dei Cappuccini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Roth, Joseph

La cripta dei Cappuccini / Joseph Roth

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Il romanzo, continuazione ideale de La marcia di Radetzky, narra di Francesco Ferdinando Trotta, cugino del protagonista dell'altro romanzo (ma ivi mai menzionato), e ultimo erede della casata dell'"eroe di Solferino". Francesco vive la spensierata Vienna dei giovani benestanti ed aristocratici, ma è anche affascinato, senza poterlo confidare, pena il ridicolo, dalla semplicità di un mondo che sta scomparendo. Mondo incarnato dal lontano parente povero Joseph Branco, di professione caldarrostaio girovago, e dal suo amico Manes Reisinger, vetturino. Poco prima dello scoppio della prima guerra mondiale, Trotta lascia la capitale per Zlotogrod, in Galizia, dove abita Joseph Branco, e lì rimane fino alla dichiarazione di guerra. Richiamato in servizio chiede di essere trasferito dai prestigiosi dragoni a cavallo ad un reggimento di fanteria per stare con quelli che sente i suoi veri amici, Branco e Reisinger. Prima di partire per il fronte, Trotta decide di sposare Elisabeth, una giovane borghese che corteggiava da tempo, anche se con la disapprovazione della madre che Francesco adora. Ma il giorno del viaggio di nozze (solo sedici ore di permesso) Francesco preferisce, invece di raggiungere la moglie in albergo, indugiarsi in conversazione con Jacques, l'anziano e fedele domestico, il quale ha però un malore e muore. Elisabeth è profondamente offesa dal comportamento del marito e torna a Vienna lasciandogli uno stringato biglietto. Trotta non è particolarmente colpito dal gesto di Elisabeth e le risponde mandandogli a sua volta un biglietto unicamente con la sola firma. Dopo aver faticosamente raggiunto la compagnia sul fronte orientale, Francesco viene presto catturato dai russi insieme ai suoi due amici. Durante la marcia di trasferimento in Siberia, durata sei mesi, Trotta stringe amicizia con un ufficiale cosacco, il quale aiuta tutti e tre a fuggire indicandogli un posto dove potranno trovare ospitalità. La convivenza si rivela però complicata ed iniziano i dissapori tra i tre e la persona che li ospita. Il gruppo si scioglie e l'unica possibilità di sopravvivenza è riconsegnarsi nuovamente prigionieri ai russi. La guerra finisce e Trotta torna in patria. Vienna però non è più la stessa, la guerra ha lasciato i suoi segni, soprattutto nella piccola nobiltà che si ritrova senza professioni e in ristrettezze economiche. Chi sembra aver fatto fortuna è il suocero che, con la figlia Elisabeth, la incombente amica di lei ed un quarto maneggione, hanno iniziato da poco una attività di arte applicata che esalta molto Elisabeth. Tra Elisabeth e l'amica sembra esserci anche una relazione, ma Trotta non si scandalizza, tanto che una notte riesce, finalmente, ad avere il suo primo rapporto con la moglie e pian piano la allontana dalla compagna. Entrato in società con il suocero, per disporre di fondi ipoteca la casa, ma gli affari non decollano. Anzi l'azienda è costretta in breve a chiudere. Trotta ha un figlio da Elisabeth e per mantenersi adattano una parte della casa nobiliare in pensione, dove vengono accolti soprattutto i suoi amici squattrinati anch'essi sconfitti dal "nuovo mondo" e nel quale non riescono ad inserirsi. La vecchia madre aristocratica, che è sempre stata il modello di riferimento per il giovane Trotta, si adegua a questa nuova realtà affezionandosi al nipote ma detestando, come da copione, la nuora. Elisabeth però non regge a questa vita borghese e se ne va con il sogno di diventare attrice. Ma il nazismo incombente ha messo le sue radici anche in Austria e, la sera della presa del potere, Trotta si ritrova perplesso a vagare solitario per Vienna con il desiderio di visitare la Cripta dei Cappuccini, dove riposa il "suo" imperatore Francesco Giuseppe I, simbolo di un passato anch'esso morto e sepolto.

Il fu Mattia Pascal
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pirandello, Luigi <1867-1936>

Il fu Mattia Pascal / Luigi Pirandello

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Mattia Pascal vive a Miragno, dove il padre ha lasciato in eredità la miniera di zolfo alla moglie e ai due figli. Batta Malagna, un disonesto amministratore, si interessa di gestire il patrimonio. Egli sposa Oliva, ragazza che Mattia conosce bene, con la quale intraprende una relazione adultera al fine di fare un dispetto all'amministratore poiché questo non riesce ad avere eredi e attribuisce la colpa di ciò ad Oliva, non pensando che invece sia lui il "problema". Alla fine Oliva rimane incinta di un bambino, figlio di Mattia. L'amico Pomino dice al protagonista di aver scambiato una discussione con una serva, scoprendo così che Malagna sta tramando qualcosa con la sorella, Marianna Dondi, vedova Pescatore; questa gli avrebbe rimproverato di non riuscire ad avere un figlio, conseguenza dovuta al rifiuto di sposare Romilda, figlia della vedova e nipote di Malagna, di cui Pomino è innamorato. Ora lo zio si sarebbe pentito di non aver accontentato la nipote. Mattia e Pomino temono che l'uomo stia combattendo con la cugina per avere un figlio da Romilda. Pascal aiuta l'amico, e, giusto per stordirlo un po', gli dice che, per salvare la giovane, Pomino potrebbe sposarla. Con la scusa di una cambiale, Mattia si reca a casa di Marianna Dondi, dove trova anche Malagna. Conosce Romilda. Si trattiene poco a casa della vedova Pescatore, per poter tornare ancora da Romilda e dalla madre, che, però, non sembra contenta dell'annuncio di una sua prossima visita...

I Malavoglia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Verga, Giovanni <1840-1922>

I Malavoglia / Giovanni Verga

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: “I Malavoglia” è ambientato ad Aci Trezza e tratta le vicende della famiglia di pescatori dei Malavoglia, proprietari di una barca, la Provvidenza, e della “casa del nespolo” e costituita dal capofamiglia il nonno Padron Ntoni, Bastianazzo, suo figlio, Maruzza, la moglie di quest'ultimo e i 5 nipoti, Ntoni, Mena, Luca, ...

La coscienza di Zeno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Svevo, Italo

La coscienza di Zeno / Italo Svevo

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Zeno Cosini, il protagonista dell'opera, proviene da una famiglia ricca, vive nell'ozio e in un rapporto conflittuale con il padre, che si rifletterà su tutta la sua vita. Nell'amore, nei rapporti coi familiari e gli amici, nel lavoro, egli prova un costante senso di inadeguatezza e di "inettitudine", che interpreta come sintomi di una malattia. In realtà solo più tardi scoprirà che non è lui a essere malato, ma la società in cui vive.

Spasimo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De_Roberto, Federico

Spasimo / Federico De Roberto

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Torino : Marcovalerio, 2014

Abstract: «Spasimo» è uno dei titoli ingiustamente più trascurati della produzione di Federico De Roberto (1861-1927) più noto per essere l'autore dei «Viceré» e dell'«Illusione» che ne hanno fatto con Verga e Capuana uno dei padri del Verismo. La trama si regge su un'indagine indiziaria attorno a una caso scabroso: la morte della contessa D'Arda trovata assassinata per un colpo di rivoltella alla tempia nella sua camera da letto. Del delitto è incaricato un magistrato di lungo corso, Francesco Ferpierre, preso da un'ansia investigativa che lo porta ad affidarsi al proprio intuito in mancanza di indizi inoppugnabili che gli consentano di ricostruire la dinamica del giallo. Saranno il suo sguardo inquisitore, i suoi dubbi e i suoi espedienti al limite di quanto consente il codice ad aiutarlo a mettere insieme pezzo per pezzo il mosaico che sta dietro la morte violenta della contessa, in un affresco che tiene conto dell'afflato rivoluzionario mescolato alla positivistica certezza della ragione e al richiamo della fede in un Dio pietoso. Non manca tuttavia un finale a sorpresa che seduce il lettore ...

Cime tempestose
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Brontë, Emily

Cime tempestose / Emily Bronte

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

[Torino] : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Questo classico della letteratura inglese, pubblicato per la prima volta nel 1847, racconta la storia di un amore distruttivo, quello di Heathcliff per la sorellastra Catherine, che si svolge su un'alta e ventosa collina dello Yorkshire, in una tenuta chiamata appunto Cime tempestose. A narrare la vicenda è il signor Lockwood, che quarantanni più tardi si ritrova a passare la notte nella tenuta e che, incuriosito dalla presenza di strani personaggi, chiede spiegazioni all'anziana governante Nelly Dean. Il racconto della donna comincia dal giorno in cui il signor Earnshaw, proprietario di Cime tempestose, porta a casa da una sua visita a Liverpool un orfano dalla pelle scura: Heathcliff. Il ragazzo si lega profondamente a Catherine, figlia del signor Earnshaw, ma le differenze sociali finiscono con il separarli, anche se la loro amicizia si è ormai trasformata in amore. Catherine sposa il ricco e gentile Edgar Linton, pur amando disperatamente Heathcliff, e quando questi viene a conoscenza del matrimonio, furibondo, giura vendetta. La sua passione è così violenta da indurlo alla distruzione degli Earnshaw e dei Linton.

La badessa di Castro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stendhal

La badessa di Castro / Stendhal (Marie-Henri Beyle)

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Torino : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: Il testo di Stendhal, La badessa di Castro, è qui proposto in un'edizione speciale per ipovedenti, composto in caratteri ben visibili di corpo 18.

Senilità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Svevo, Italo

Senilità / Italo Svevo

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Torino : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: A trentacinque anni Emilio Brentani vive un'esistenza grigia accanto alla sorella Amalia, una donna semplice e buona, ma non più giovane né bella finché incontra Angiolina una vitale e "facile" popolana con cui intreccia una relazione. Emilio attribuisce a questo rapporto un significato che l'indole morale della ragazza non sa sostenere. L'amico Balli viene coinvolto nella vicenda e Angiolina ne diventa l'amante. Amalia se ne innamora nascostamente; quando il suo sentimento viene scoperto, sentendosi frustrata e derisa si stordisce con l'etere e ne muore. Emilio, completamente vinto dalle vicende, rinuncia a sentirsi vivo e sceglie "la senilità", rinunciando così anche alle emozioni e ai sentimenti. Il romanzo di Italo Svevo è qui proposto in un'edizione speciale per ipovedenti, composta con caratteri ben visibili, corpo 18.

Piccolo mondo antico
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fogazzaro, Antonio

Piccolo mondo antico / Antonio Fogazzaro

Ed. speciale in corpo 18 per ipovedenti

Cercenasco : Marcovalerio, 2014

Liberi

Abstract: La vicenda familiare di Franco e Luisa, in cui dramma politico e dramma d'idee si innestano perfettamente, si staglia dolorosamente sullo sfondo del risorgimento italiano, in un arco di tempo compreso tra l'eco non ancora sopito dei moti del 1848 e le scaturigini della seconda guerra di indipendenza, nel 1859, che avrebbe condotto all'unità d'Italia. Un'epoca in cui i sentimenti pubblici prevalevano sui privati e in cui la comune partecipazione a un alto ideale di vita collettiva garantiva all'individuo quell'equilibrio interiore che lo scrittore vedeva irrimediabilmente perso nel turbolento clima di fine secolo.

Donna Lucrezia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Galletto, Anna Maria Emira

Donna Lucrezia : sposa di Guido Aldobrandino, generale dalla doppia casacca : romanzo / Anna Maria Emira Galletto

Torino : Angolo Manzoni, 2012

EAM grandi caratteri. Narrativa

La repubblica con Masaniello re
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tomai-Pitinca, Emidio

La repubblica con Masaniello re : la rivoluzione in Terra d'Otranto : romanzo / Emidio Tomai-Pitinca ; prefazione di Piero Burzio ; postfazione di Alberto Altamura

Torino : Angolo Manzoni, 2012

EAM grandi caratteri. Narrativa. La grande onda