Biblioteca di Lonigo

Chi siamo

Un po’ di storia

L’istituzione di una biblioteca pubblica fu fortemente voluta dal Prof. Giovanni Lovato che, unitamente al Dr. Luigi Casella, al Dr. Tullio Martello ed al maestro Arcangelo Viale, poi primo bibliotecario, costituirono il primo nucleo di materiale librario recuperando i volumi donati nel 1901 al Municipio di Lonigo da Jacopo Silvestri, docente di diritto all’Università di Padova.

Da quei vecchi libri si cominciò a concretizzare l’esistenza di una Biblioteca Civica la cui istituzione venne approvata dal Consiglio Comunale il 29 gennaio 1958 e l’apertura al pubblico avvenne nel 1960, grazie all’impegno di un ristretto numero di persone.

Le prime sedi furono in piccoli locali provvisori e nel 1971 la biblioteca fu trasferita in locali appositamente ristrutturati all’ultimo piano del palazzo del Popolo in Piazza Garibaldi.

Dal 1991 la biblioteca è ubicata in via Castelgiuncoli, nello stesso piazzale di Villa Mugna (sede municipale) e si sviluppa in due piani di circa 700 mq. complessivi.

Nel 1999 è stata dedicata al prof. Lovato in segno di riconoscimento per l’impegno dedicato nel fornire alla comunità uno strumento fondamentale per la crescita civile e culturale.

La biblioteca di Lonigo fa parte del Servizio Bibliotecario Provinciale Vicentino e aderisce al Progetto Biblioinrete, che conta una sessantina di biblioteche vicentine che condividono un unico catalogo on-line e un’unica anagrafica utenti.

Obiettivi

La biblioteca civica di Lonigo si propone come centro informativo locale, liberamente fruibile.

I servizi della biblioteca sono forniti sulla base dell’uguaglianza di accesso per tutti gli utenti, senza distinzione di età, razza, sesso, religione, nazionalità, lingua o condizione sociale (Manifesto Unisco per le Biblioteche Pubbliche).

Il prestito e la consultazione sono gratuiti.