Trovati 20 documenti.

Marcellino pane e vino [DVD]
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Vajda, Ladislao

Marcellino pane e vino [DVD] / [diretto da Ladislao Vajda]

[s.l.] : Columbia Tristar home video, [2002]

Abstract: La trama del film F ricavata da un'antica leggenda popolare spagnola, la quale racconta di un bambino che i frati raccolgono in fasce ed allevano con cura ed amore. Fattosi pi· grande, Marcellino sente il bisogno di un amico, e lo trova in un crocefisso abbandonato nella soffitta del convento. Fra il bimbo e l'effige del Redentore si stabilisce una tenera amicizia: ogni giorno Marcellino porta al suo Amico pane e vino sottratti alla dispensa dei frati, ogni giorno Ges· ascolta le piccole pene e i desideri del bambino. Quando questo chiedera di poter vedere la sua mamma che - come lo avverte il Crocifisso - F in cielo, il Redentore accogliera Marcellino nelle Sue braccia e gli chiudera gli occhi nel sonno eterno.

Il pane di Sarah
0 0 0
Libri Moderni

Shalev, Meir

Il pane di Sarah / Meir Shalev ; traduzione di Elena Loewenthal

[Milano] : Frassinelli, [2000]

Narrativa

Abstract: Alla fine degli anni Venti, la famiglia di un panettiere ebreo si insedia in una vallata ad ovest di Gerusalemme. Qui inizia il racconto di Esaù che ripercorre l'epopea della propria famiglia, un'avventura umana in cui personaggi immaginari e mitici si alternano a personaggi reali. I ricordi e le parole di Esaù rappresentano un'umanità eterogenea e in continua evoluzione malgrado il fortissimo legame alle origini: Sara, figlia di convertiti russi, madre coraggiosa, primitiva e appassionata; Abramo, il capostipite, fiero della sua discendenza sefardita; Giacobbe, gemello del protagonista e suo rivale nella gara per la conquista dell'amore della madre.

Pane e libertà [DVD]
0 0 0
Monografie

Pane e libertà [DVD] : Giuseppe Di Vittorio / un film di Alberto Negrin ; [con] Pierfrancesco Favino con Raffaella Rea e Giuseppe Zeno

[Roma] : RAI radiotelevisione italiana : Medialia : Elleu, 2009

Abstract: L'infanzia passata nei campi,segnata da lutti - prima il padre, bracciante che muore per capriccio del padrone, poi l'amico pi· caro - e speranze di una vita migliore. La giovinezza spesa nella missione di restituire ai braccianti di Cerignola, persa nella Puglia rurale del primo Novecento, il senso di un'umanita sudata nei campi. La maturita che passa tra grandi obiettivi politici - la nascita della CGIL, insieme sogno e coronamento di una vita di lavoro, l'esperienza da deputato - e l'opposizione al fascismo.

Pane a colazione
0 0 0
Libri Moderni

Balducci, Anna Rosa

Pane a colazione / Anna Rosa Balducci

Bologna : Giraldi, c2007

Il Pane di Sarah
0 0 0
Libri Moderni

Shalev, Meir

Il Pane di Sarah / Meir Shalev ; traduzione di Elena Loewenthal

[Milano] : Frassinelli

Narrativa

Abstract: Alla fine degli anni Venti, la famiglia di un panettiere ebreo si insedia in una vallata ad ovest di Gerusalemme. Qui inizia il racconto di Esaù che ripercorre l'epopea della propria famiglia, un'avventura umana in cui personaggi immaginari e mitici si alternano a personaggi reali. I ricordi e le parole di Esaù rappresentano un'umanità eterogenea e in continua evoluzione malgrado il fortissimo legame alle origini: Sara, figlia di convertiti russi, madre coraggiosa, primitiva e appassionata; Abramo, il capostipite, fiero della sua discendenza sefardita; Giacobbe, gemello del protagonista e suo rivale nella gara per la conquista dell'amore della madre.EDITORIALErray

L'uomo del pane
0 0 0
Libri Moderni

Fantini, Francesco <1957- >

L'uomo del pane / Francesco Fantini ; prefazione di Annamaria Sandonà

Padova : CLEUP, copyr. 2006

Abstract: La pagina ha il suo valore solo quando la volti e c'è la vita dietro che spinge e che scompiglia tutti i fogli del libro. La penna corre spinta dallo stesso piacere che ti fa correre le strade. Così Italo Calvino parlava di scrittura, e così sembra aver ben recepito l'autore: in questo monologo interiore, infatti, è l'urgenza di vita che fa correre la penna sul foglio e sulle strade; una vita che si trova intrappolata in un crudele meccanismo produttivo non più corrispondente ai sentieri interiori del narratore, fatti di umanità, arte e fantasia. Dietro la letteratura c'è la volontà di correre verso la verità, anche quando è crudele, per raccontarla e analizzarla. Lo scopo non è farsene una ragione ma piuttosto opporle una propria visione, in cui l'uomo possa ricreare con il suo lavoro, con il suo segreto fatto di creatività e di arte, un nuovo rapporto di equilibrio con la realtà che ritorni ad essere rispettosa della vita e dei suoi bisogni profondi.

Il pane di Abele
0 0 0
Libri Moderni

Niffoi, Salvatore

Il pane di Abele / Salvatore Niffoi

Milano : Adelphi, [2009]

Fabula ; 205

Abstract: "Vrades pro sempere!", fratelli per sempre: questo si giurano Zosimo e Nemesio il giorno in cui quest'ultimo lascia il paesino di Crapiles per andare a iscriversi all'università. Zosimo, che a Crapiles ci è nato, rimarrà a fare il pastore: come suo padre, come il padre di suo padre. Sebbene così diversi, i due ragazzi sono stati amici dal giorno in cui la famiglia di Nemesio è arrivata in paese dal "continente". Da quel momento sono stati inseparabili: Zosimo ha portato Nemesio a casa sua, dove lo hanno accolto come un figlio, gli ha insegnato a mangiare formaggio di pecora con il pane crasau, e a cercare nei boschi i nidi dei colombacci. Nessun dubbio, nessun sospetto, nessun cattivo pensiero può scalfire nell'animo puro di Zosimo l'amore per l'amico. Così come nessuna malalingua potrebbe gettare un'ombra su quello per la bella Columba, di cui fin da piccolo è innamorato e che sta per diventare sua moglie. Dopo la partenza di Nemesio le loro strade si divideranno, ma solo per tornare a incrociarsi molti anni dopo: e allora, cadute le maschere, scoppierà il dramma. In questo romanzo Niffoi racconta con mano sicura una vicenda di amore e di amicizia che conferma le sue straordinarie doti di narratore di storie, anzi, di vero e proprio cantastorie: uno di quelli ancora capaci di incantarci con una fantasia lussureggiante - e con la musica di una lingua potentemente suggestiva.

Palline di pane
0 0 0
Libri Moderni

Mastrocola, Paola

Palline di pane / Paola Mastrocola

Parma : U. Guanda, 2003

Le fenici tascabili ; 87

Abstract: Agosto. Emilia, fotografa quarantenne, parte per le vacanze in Sardegna. Un marito in India per lavoro, una bambina di sei mesi che patisce il mare, un figlio undicenne che, fortemente determinato a isolarsi dall'"umanità coetanea" per rivendicare il diritto a una felicità tutta sua, passa il tempo a pescare e fabbricarsi le esche impastando palline di pane. L'unico aiuto potrebbe essere la nuova baby-sitter: ma è un'enigmatica ragazza portoghese che non sa una parola di italiano e si porta dietro un'inverosimile macchina da cucire a pedali. La vacanza inizia e dà vita a una serie di situazioni buffe e di reazioni imprevedibili, che s'insinuano tra le chiacchiere in spiaggia e scardinano certezze e opinioni comuni e conformiste...

Il  canto del pane
0 0 0
Libri Moderni

Ronchi, Ermes

Il canto del pane / Ermes Ronchi ; presentazione di David M. Turoldo

3. ed

Cinisello Balsamo : San Paolo, 2006

Parole per lo spirito ; 1

Abstract: Un commento alla grande preghiera cristiana del Padre Nostro, nel quale è racchiuso il nocciolo stesso del cristianesimo. Tutto il messaggio evangelico è racchiuso in una preghiera, non in una dottrina o in un insieme di dogmi. Questo volume presenta un commento biblico, teologico e poetico al Padre Nostro, come il centro della relazione tra Dio e l'uomo credente, e porta il lettore ad appropriarsi del Padre Nostro in un cammino personale. Ermes Ronchi, dell'Ordine dei Servi di Santa Maria, friulano di Racchiuso di Attimis (UD), è nato nel 1947. Ha studiato teologia a Roma (Facoltà Teologica Marianum), scienze religiose e antropologia a Parigi (Institut Catholique e Sorbona). Risiede attualmente a Milano nel convento di San Carlo al Corso. Nel 1998 ha pubblicato Dieci cammelli inginocchiati. Variazioni sulla preghiera.

Solo pane
4 0 0
Libri Moderni

Hendricks, Judith Ryan

Solo pane : romanzo / Judith Ryan Hendricks

Milano : Salani, [2002]

Abstract: Dopo un matrimonio finito nel peggiore dei modi possibili e dopo un periodo di totale sconforto e confusione, Wyn segue d'istinto una traccia che emerge dal passato. Il ricordo del felice periodo trascorso come apprendista panettiera in un paesino della Francia, durante gli anni dell'università. Come una reminiscenza proustiana, il profumo del pane appena sfornato in una piccola boulangerie di Seattle è per lei un richiamo irresistibile: l'odore pungente del lievito vivo, il silenzio del lavoro notturno e il calore del forno le fanno capire che per sette anni di matrimonio non è mai stata se stessa, ma quello che il marito voleva che lei fosse.

Il bacio del pane
0 0 0
Libri Moderni

Abate, Carmine <1954- > - Abate, Carmine <1954- >

Il bacio del pane / Carmine Abate

Milano : Mondadori, 2013

Libellule

Abstract: Il mare che si allontana, scintillante nella calura. La fiumara da risalire, gonfia di pietre luminose, i ruderi dei mulini, il bosco di lecci chiazzato del giallo delle ginestre e infine lo scroscio sempre più intenso: è così che Francesco e i suoi amici scoprono un'oasi di pace presso la cascata refrigerante del Giglietto, sopra il paese di Spillace, in Calabria. Il luglio è afoso, e i bagni nel laghetto, seguiti dai saporitissimi pranzi, sono il diversivo ideale per la piccola comitiva di ragazzi e ragazze nemmeno diciottenni, affamati di vita e di emozioni. Ma quel luogo incantevole cela un mistero: in uno dei mulini abbandonati Francesco e Marta incrociano gli occhi atterriti e insieme fieri di un vagabondo, che si comporta come un uomo braccato, cerca di allontanarli ed è addirittura armato. Ma la curiosità buona dei due ragazzi, gli sguardi leali scambiati nell'ombra, hanno la meglio: e presto l'uomo misterioso rivela qualcosa di sé, della ferita che lo ha condotto a nascondersi... Luglio, agosto, giorni in cui la vampa dell'estate si accompagna ai sapori dei fichi maturi, delle olive in salamoia, del pane preparato in casa con un rito affascinante, sul far del mattino. E poi settembre, l'estate che si va spegnendo, il ritorno alla scuola e alla vita usata, la maggiore età che si avvicina: e con essa la consapevolezza che l'incanto non è nulla senza il coraggio, senza l'impegno che ogni vita adulta richiede.

Il pane nella sporta
0 0 0
Libri Moderni

Pellegrini, Imelde Rosa

Il pane nella sporta : una bambina nel Veneto degli anni quaranta / Imelde Rosa Pellegrini

Portogruaro (Ve) : Nuovadimensione, 2012

Scritture ; 22

Abstract: L'infanzia negli anni Quaranta in un piccolo paese del vicentino a giocare con le 'sioramandole', a scappare dal folletto 'Salbanelo', a mangiare il 'macafame' o i 'pevarini', cantando Maridete Orelia a squarciagola per rimuovere la paura degli scoppi delle bombe. La piccola Imelde accompagna la mamma al fiume a fare le 'strussie', e ascolta i racconti delle vecchie che rievocano 'sti ani'; vede arrivare i soldati tedeschi, con il fucile tra le mani; si affeziona alle 'pepole', al maiale, destinati alla cucina povera; impara a tenere per sé le emozioni, ad avere pudore del corpo, a riconoscere le 'anguane', a non piangere per gli 'andoleti' (i bambini morti prematuramente). Indossa il vestito della festa e va a messa la domenica, per lavarsi l'anima. Un libro che regala un'istantanea del passato e che offre una visione critica sugli eventi storici che hanno segnato l'Italia nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Il canto del pane
0 0 0
Libri Moderni

Varujan, Daniel

Il canto del pane / Daniel Varujan ; a cura e con introduzione di Antonia Arslan ; traduzione di Antonia Arslan e Chiara Haiganush Megighian

5. rist

Milano : Guerini, stampa 1997

Biblioteca letteraria ; 11

Il  canto del pane
0 0 0
Libri Moderni

Varujan, Daniel

Il canto del pane / Daniel Varujan ; a cura e con introduzione di Antonia Arslan ; traduzione di Antonia Arslan e Chiara Haiganush Megighian

5. ed

Milano : Guerini, 2004

Biblioteca letteraria ; 11

Abstract: Le ballate popolari non vengono cantate più. Oggi non sappiamo più bene cosa sia la poesia: e quando la cerchiamo, definiamo come poesia qualsiasi cosa che non sia tecnica, pratica o scientifica. Ma dall'Oriente, dall'Oriente prossimo - dalla penna di Varujan, assassinato nel 1915, agli inizi dell'olocausto armeno - viene un canto che ridà alla poesia tutta la sua identità e la sua folgorante differenza dagli altri studi umanistici e dalle altre arti: Il Canto del pane. L'opera del grande poeta armeno Daniel Varujan, qui tradotta integralmente per la prima volta in italiano, potrebbe essere chiamata il Canto dell'uomo intero, dell'uomo in cui la semplicità terrestre e le potenzialità celesti fanno un tutto armonioso, anzi un tutto di armoniosa reciprocità. Nel Canto del pane queste due parti dell'uomo si richiamano vicendevolmente, e vicendevolmente si arricchiscono, facendo di lui una sorta di canone musicale, in cui l'individualità e l'eternità s'intrecciano in un canto polifonico. È in questa armonia - che ci può forse ricordare Dante, e il suo itinerario a Dio attraverso la creazione - che la poesia si distingue: l'occhio del poeta, infatti, non vede l'eternità distaccata, lontana, o scissa, ma scopre l'eternità come dimensione di ogni singola componente dell'universo, come sangue del misterioso palpitare della vita.

Il pane di ieri
3 0 0
Libri Moderni

Bianchi, Enzo <1943- >

Il pane di ieri / Enzo Bianchi

Torino : Einaudi, [2008]

Abstract: L'angoscia di fronte alla domanda: "che tempo fa?" è certo più forte quando un semplice evento atmosferico può distruggere in pochi minuti un anno di lavoro. Allora non è poi così strano vedere il parroco del paese incedere nella tempesta, il piviale viola scosso dal vento, fendere l'aria con l'aspersorio dell'acquasanta e implorare con voce ferma Dio di fermare la grandine: "Per Deum verum, per Deum vivum". In un mondo sempre più abitato da suoni nuovi e pervasivi è facile perdere le voci antiche che scandivano lo scorrere del tempo: il canto del gallo all'alba, il rintocco delle campane che annunciava momenti lieti o tristi, il grido dell'acciugaio e il richiamo del venditore ambulante di carta da lettere. Suoni quotidiani, destinati a tutti. Il cibo, a ben guardare, oltre che un nutrimento necessario è anche qualcosa di cui si deve "aver cura". La tavola è luogo di incontro e di festa e la cucina è un mondo in cui si intrecciano natura e cultura. Preparare il ragù può diventare allora un momento di meditazione e la bagna càuda un vero e proprio rito in cui gli ingredienti che la compongono rappresentano uno scambio di terre, di genti, di culture. A dispetto di ogni localismo (anche culinario) tutti i cibi anche i più nostrani, sono carichi di debiti con l'esterno e con chi, in terre lontane, ha coltivato le materie prime, le ha fatte crescere e le ha raccolte. Storie ricche di personaggi singolari, di saggezza popolare, di amore per la terra, di riflessioni sulla vita, la morte e la ricchezza della diversità.EDITORIALErray

Dacci oggi il nostro pane quotidiano
0 0 0
Libri Moderni

Fiorello, Catena

Dacci oggi il nostro pane quotidiano / Catena Fiorello

[Milano] : Rizzoli, 2013

Rizzoli best

Abstract: Una bambina fa i compiti sul tavolo della cucina mentre il fuoco dei fornelli, lento e paziente, trasforma ingredienti semplici in cibo superbo. L'aria è satura di profumi, così intensi che negli anni non si sono dispersi e hanno continuato a sprigionare la loro magia. E spinto quella bimba, oggi una donna, a scrivere il diario della sua famiglia. "Sara, oggi si mangiano grilli?" gridava ogni giorno il padre rientrando a casa, pronto a sedersi a tavola con la moglie e i quattro figli, Rosario, Anna, Catena e Giuseppe. La piccola Catena per molto tempo ha frainteso lo scherzo immaginando un'invasione di insetti, finché ha avuto il coraggio di chiedere una spiegazione. E oggi, raccontandoci quegli anni, ci confessa che crescere con una mamma che compie magie per far quadrare i conti è tutto fuorché una sfortuna. Perché a vincere è stata sempre la serenità unita alla forza di credere nel futuro, difendendo la propria dignità e valori ben più grandi del benessere economico. Perché la ricchezza era tutta nei piatti che mamma Sara ogni giorno metteva in tavola, ispirandosi unicamente alla sua fantasia, e che la sua viva voce ci ripropone oggi, amalgamati col sapore agrodolce dei ricordi. Ne è nato un libro intimo, commovente, ironico, affollato di personaggi che la penna di Catena Fiorello fa rivivere sulla pagina con la stessa intensità dei profumi che riempivano i pomeriggi della sua infanzia.

Pane e cioccolato
4 1 0
Libri Moderni

Lynch, Sarah-Kate

Pane e cioccolato / Sarah-Kate Lynch ; traduzione di Claudia Lionetti

Milano : Sperling & Kupfer, [2005]

Pandora

Abstract: Per Esme tutto comincia in una piccola boulangerie nel sud-ovest della Francia. Complici l'odore acidulo del lievito, il profumo fragrante delle pagnotte cotte nel forno a legna e il tocco magico del panettiere, Louis Lapoine, l'innocente diciannovenne scopre i piaceri del pane e del sesso. Quindici anni più tardi, la ritroviamo nel bel mezzo della campagna inglese, in un'incredibile dimora a sei piani, con ventotto finestre e settantotto scalini, che divide con il marito, il figlio di quattro anni e mezzo, la nonna e un suocero intrattabile, nonché una capra incontinente e uno sciame di api bellicose. Esme è spenta, e sempre più convinta che il bellissimo Louis sia l'ingrediente segreto per ravvivare la sua insipida esistenza.EDITORIALErray

Pane e tulipani [DVD]
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Pane e tulipani [DVD] / regia di Silvio Soldini ; soggetto e sceneggiatura di Doriana Leonderff, Silvio Soldini

Campi Bisenzio : General video recording, [2008]

General video classic [DVD]

Abstract: Durante una gita turistica in pullman, Rosalba Barletta, una casalinga di Pescara, viene dimenticata in un autogrill. Un po' offesa, giustamente, invece di aspettare che marito e figli vengano a riprenderla, decide di tornarsene a casa da sola. Ma poi si ritrova su un'auto diretta a Venezia, città nella quale vorrebbe passare qualche giorno prima di fare rientro a casa, ma l'incontro con un cameriere islandese, un fioraio anarchico e un'estetista cambieranno la sua vita. Così ha inizio la sua avventura.

Fame di pane
0 0 0
Libri Moderni

Quarenghi, Giusi - Mastrangelo, Alessandra

Fame di pane / Giusi Quarenghi e Alessandra Mastrangelo ; illustrazioni di Daniela Villa

Bra : Slow food, [2009]

Per mangiarti meglio

Abstract: "Fame di pane" è la storia millenaria del pane raccontata ai bambini. Ossia come un rozzo impasto modificato dalla lievitazione diventerà la principale risposta alla fame, declinata in mille forme e chiamata con mille nomi, nelle diverse culture e geografie. E anche: come si fa il pane, oggi, nei laboratori dei fornai, nella panetteria sotto casa e anche in casa? Servono ancora terra, acqua, aria, fuoco, tempo e gesti delle mani? E come si riconosce il pane buono, come si distingue da quello meno buono? Grazie all'esperienza della degustazione, seguendo la scheda-guida, si impara a intendersi di pane, a dargli il posto che gli spetta nell'alimentazione quotidiana, a ritrovarne il gusto. Non un gusto unico e finto, più o meno lo stesso ovunque, ma la ricca varietà dei pani del mondo, frutto e testimonianza di culture, risorse, necessità, gusti, differenze, tradizioni e invenzioni. Età di lettura: da 7 anni.

Il profumo del pane alla lavanda
3 1 0
Libri Moderni

Addison Allen, Sarah

Il profumo del pane alla lavanda / Sarah Addison Allen ; traduzione di Maria Paola Romeo e Claudia Lionetti

[Milano] : Sonzogno, 2008

I romanzi Sonzogno

Abstract: Claire Waverley vive nella grande casa ereditata dalla nonna. Ha 34 anni e si dedica solo alla sua cucina e al suo giardino che nasconde un segreto: ogni pianta, ogni fiore, ogni frutto (in particolare quelli del rigogliosissimo melo) hanno un potere magico, una proprietà che può cambiare il destino delle persone. Sono questi gli ingredienti che rendono unici i manicaretti di Claire, ricercatissimi in tutta la cittadina di Bascom. All'improvviso però a sconvolgere la sua tranquilla esistenza irrompe la sorella Sydney, scappata di casa anni prima e ora in fuga da un passato oscuro e minaccioso. Insieme le due sorelle affronteranno la loro difficile eredità, e apriranno il loro cuore all'amore.EDITORIALErray