Pulita
3 1 0
Libri Moderni

Trabucco Zerán, Alia

Pulita

Abstract: Estela ha passato sette anni in quella casa, con quella famiglia. Sette anni come domestica a tempo pieno: lavare, pulire, preparare da mangiare, occuparsi della bambina, la piccola Julia. Ora Julia è morta e tocca a lei – la domestica, la tata – dare la propria versione della storia. Raccontare per esempio di come ha lasciato la vita in provincia per tentare fortuna a Santiago, di come ha lasciato sua madre; raccontare della stanza sul retro dove ha dormito per tutto questo tempo, quella senza finestre; raccontare della bambina, delle unghie rosicchiate, delle pellicine sanguinanti; raccontare il disgusto e insieme l’affetto per i suoi datori di lavoro, le umiliazioni costanti; raccontare dei panni puliti, dei denti puliti, della faccia pulita; raccontare di Carlos, della cagnolina randagia, del veleno, della pistola. Alia Trabucco Zerán ha scritto un romanzo sui conflitti di classe, il denaro, la famiglia, la rabbia. Una storia in cui la tensione cresce a ogni pagina per portarci a un finale inevitabile e potentissimo, che mostra come per chi non ha voce una semplice vita di routine può trasformarsi in un incubo. Forse, come dice Estela: «Ci sono molti modi di parlare. La voce è solo il più semplice».


Titolo e contributi: Pulita / Alia Trabucco Zerán ; traduzione di Gina Maneri

Pubblicazione: Roma : Sur, 2024

Descrizione fisica: 239 p. ; 22 cm

Serie: Sur. Nuova serie ; 83

ISBN: 9788869983894

Data:2024

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Serie: Sur. Nuova serie ; 83

Nomi: (Traduttore) (Autore)

Soggetti:

Classi: 863.7 NARRATIVA SPAGNOLA. 2000- (23) Psicologico <genere fiction> (0) Thriller <genere fiction> (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2024
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 9 copie, di cui 9 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Creazzo Narrativa CRE N TRABA 0488-13044 In prestito
Valdagno SALA NARRATIVA N-TRA 0360-115597 In prestito 17/07/2024
Isola Vicentina ISO N TRA 0310-46548 In prestito 06/06/2024
Bassano del Grappa N TRAB BA00-323764 In prestito
Montecchio Maggiore MMG N TRA 0330-89885 In prestito 15/07/2024
Monte di Malo N TRA 0120-403537 In prestito
Malo N TRABZA 0100-54673 In prestito 17/07/2024
Sarcedo SAR N TRA 0410-34121 In prestito
Recoaro Terme N TRA 0501-35546 In prestito 14/07/2024
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Un lungo monologo tra la protagonista e degli ipotetici poliziotti, o forse siamo noi i poliziotti che la stiamo ad ascoltare pronti a giudicare.
La storia di una donna semplice che decide di trasferirsi in città in cerca di lavoro, dove la campagna e la vita con sua madre sembra non bastarle più, per migliorare le sue condizioni di vita ed economiche, in fondo che male c’è?
Un diario dove vengono raccontati i sette anni che passa nella casa presso cui lavora come domestica e i rapporti con ogni abitante della casa; ma anche il passato e i ricordi della vita campagnola con la madre che forse erano più semplici e genuini anche se molto più poveri.
La dignità e la perseveranza di questa donna sono ammirevoli, la resistenza data solo dalla volontà di racimolare un po’ di soldi e poi andarsene, intanto il tempo passa e la routine, da un lato confortevole, è come le sabbie mobili: più cerchi di uscirne e più sprofondi.
Un’immagine attuale di tantissime persone, la maggior parte direi, che svolgono una mansione che niente a che fare con le proprie attitudini ma che ormai per abitudine rimangono in luoghi di lavoro inadatti, a volte perché costretti in mancanza di altro, per aiutare e mantenere la propria famiglia, soffocando qualsiasi altra vocazione.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.