Community » Forum » Recensioni

Noi moriamo a Stalingrado
3 1 0
Caruso, Alfio <1950- >

Noi moriamo a Stalingrado

Milano : Longanesi, [2006]

Abstract: Erano contadini, artigiani, operai, commercianti. Settantasette italiani, tra i 20 e i 35 anni, precipitati nel peggior mattatoio della seconda guerra mondiale: Stalingrado. Erano del 127° e 248° autoreparto: avevano portato uomini e rifornimenti alla VI armata di Paulus e dovevano rientrare dopo aver riempito gli autocarri con la legna per affrontare l'inverno. Furono invece bloccati dall'avanzata dell'Armata Rossa alla fine di novembre del 1942. L'evento che cambiò le sorti del conflitto viene vissuto dal basso, il massacro dei combattimenti s'intreccia ai tormenti di poveri soldati: freddo, malattie, fame crescente. La loro lenta agonia è raccontata dalle lettere spedite a casa. Le ultime, in gennaio, testimoniano la fine di ogni speranza. Dopo la resa, la prigionia falcidia i sopravvissuti. Solo due rivedranno l'Italia. Oggi la loro memoria vive nel ricordo dei familiari. Alfio Caruso, in una sorta di doloroso pellegrinaggio, li ha rintracciati quasi tutti.

1815 Visite, 1 Messaggi

libro molto interessante, dove vengono raccolte e trascritte le lettere degli italiani che li hanno combattuto e trovato la morte. 

  • «
  • 1
  • »

4540 Messaggi in 3816 Discussioni di 662 utenti

Attualmente online: Ci sono 39 utenti online