Community » Forum » Recensioni

Il tizio della tomba accanto
3 1 0
Mazetti, Katarina

Il tizio della tomba accanto

Roma : Elliot, 2010

Abstract: Desirée è una bibliotecaria di trentacinque anni rimasta vedova di un biologo bello e intelligente, che non ha mai però conosciuto davvero. Quando lui è morto, investito da un camion, lei si è sentita tradita e offesa, e durante le ore che passa sulla panchina del cimitero davanti alla sua lapide, essenziale e sobria, più che dolore prova un inspiegabile risentimento. Benny è un allevatore di vacche da latte, rimasto solo a gestire la sua fattoria da quando la madre è morta. La sua vita è scandita dagli imprescindibili orari delle mungiture e dalle lunghe visite al cimitero, durante le quali si dedica con passione alla cura della tomba dei genitori, pacchiana e kitsch quanto basta per far inorridire Desirée. I due si ritrovano a volte seduti sulla stessa panchina e l'antipatia è tanto reciproca quanto intensa. Fino a quando, un giorno, un casuale scambio di sorrisi fa scattare la scintilla e miracolosamente tutto cambia. Tra i due nasce un amore pieno di passione ma segnato fin dall'inizio dallo shock culturale: lui si sente a disagio nell'appartamento asettico ed essenziale di lei, che a sua volta trova raccapriccianti i ricami della madre che invadono la casa di lui; Benny si addormenta all'Opera, mentre Desirée non mostra il minimo interesse nei confronti dell'azienda agricola. Man mano che trascorrono i mesi sembra che, invece di avvicinarsi, i due si allontanino sempre di più...

1832 Visite, 1 Messaggi
Chiara Rigo
36 posts

Già il titolo fa pensare ad un libro strano, ed effettivamente è così. Non è una storia romantica, anche se è una storia d'amore. I protagonisti alternano i loro pensieri di capitolo in capitolo, Sono due persone così diverse, sia nei modi di pensare che nello stile di vita che ti chiedi fino a quando riusciranno a resistere. Infatti ogni ritorno alla realtà per loro equivale ad un litigio.
La narrazione è molto ironica, ma offre anche dei spunti per riflettere.
Non ha una vera e propria fine, e forse è meglio così; è il lettore che sceglie se essere ottimista o meno.

  • «
  • 1
  • »

4540 Messaggi in 3816 Discussioni di 662 utenti

Attualmente online: Ci sono 39 utenti online