Community » Forum » Recensioni

I tamburi della pioggia
4 1 0
Kadaré, Ismail

I tamburi della pioggia

[Milano] : Corbaccio

Abstract: XV secolo: i turchi ottomani combattono in Albania una delle più lunghe e sanguinose guerre che la storia registri. Uno sterminato esercito turco assedia la cittadella albanese di Kruja, mentre, sui monti circostanti, si aggira Scanderbeg con i suoi guerriglieri. Decine di migliaia di soldati tentano di scalare a ogni costo i bastioni insanguinati; accorgimenti e astuzie senza fine vengono posti in atto; la storia del comandante in capo è drammaticamente legata alla presa di quelle mura; occorre espugnare la cittadella prima che rimbombino i tamburi della pioggia, segnale non solo di un mutamento atmosferico ma anche della fine di ogni speranza di vittoria...

1593 Visite, 1 Messaggi
Mattia Nichele
114 posts

L'ho letto su consiglio di un collega che, di origine albanese, spesso mi allieta raccontandomi della sua infanzia e del suo paese d'origine. Non è una lettura facile (è un romanzo storico corale, dove la narrazione e il punto di vista si spostano continuamente da un personaggio all'altro, a seconda delle necessità e dell'azione in esame), anche perchè è pieno di rimandi alla struttura militare ottomana, ai metodi d'assedio del XV° secolo e alla gerarchia sociale turca. L'ho molto apprezzato sia per la capacità di rendere semplice ma avvincente un argomento non particolarmente conosciuto, ossia la resistenza degli Albanesi all'avanzata dell'Impero Turco-Ottomano, sia per la contrapposizione dei punti di vista (la scena è descritta dall'autore - albanese - che fa parlare personaggi turchi appartenenti a diverse classi socio-militari). Una lettura impegnativa; tuttavia penso sia interessante e ben scritto. Consigliato

  • «
  • 1
  • »

4489 Messaggi in 3770 Discussioni di 660 utenti

Attualmente online: Ci sono 37 utenti online