Community » Forum » Recensioni

Divorzio di velluto
5 3 0
Karšaiová, Jana

Divorzio di velluto

Milano : Feltrinelli, 2022

Abstract: Come si sopravvive allo strappo, alla perdita delle radici? Cosa resta, come ci si inventa di nuovo? Katarína torna da Praga a Bratislava per trascorrere il Natale insieme alla famiglia. Alle vecchie incomprensioni con la madre, si aggiunge la difficoltà di giustificare l'assenza del marito Eugen. Ma in quei pochi giorni ritrova anche le vecchie compagne di università, soprattutto Viera, che si è trasferita in Italia grazie a una borsa di studio e torna sempre più malvolentieri in Slovacchia. Le due amiche si riavvicinano, si raccontano l'un l'altra gli strappi, le ferite - Viera con Barbara, che era stata la loro insegnante di italiano, Katarína con Eugen, che l'ha abbandonata due mesi prima con un biglietto sul tavolo della cucina. Katarína ripercorre il rapporto con lui, dal primo incontro al matrimonio forse troppo precoce, con le tante difficoltà di integrarsi a Praga, fino al dolore, di cui ancora non riesce a parlare. E tra i ricordi emergono frammenti della vita a Bratislava sotto il governo comunista: l'abolizione delle festività cattoliche, la censura, le code per la carne e per qualsiasi cosa. Con "divorzio di velluto" si intende la separazione tra Slovacchia e Repubblica Ceca, che nel romanzo riverbera quelle tra Katarína e il marito Eugen, tra Viera e un paese per lei troppo stretto... È una storia di assenze che pesano, di tradimenti, di desideri temuti e mai pronunciati, di strappi che chiedono nuove risorse per essere ricomposti, di sradicamento e di rinascita - una ricerca di sé della protagonista e del suo paese, entrambi orfani di un passato solido.

665 Visite, 3 Messaggi

Un romanzo che ti lascia dentro tristezza, una scrittura concisa e fredda.

Mattia Nichele
114 posts

Ho avuto la fortuna di conoscere l'autrice a una presentazione.
Ho adorato il libro: parla della scoperta di sè, del sentirsi fuori posto, di un divorzio che rispecchia anche la cesura tra due nazioni una volta unite, del senso di inferiorità della cultura slovacca rispetto a quella ceca. E, incredibilmente, di come l'Italia e l'italiano possano rappresentare una rivalsa, una via di fuga, la possibilità di ricominciare da zero. Consigliato

Barbara Fontana
815 posts

Un triste racconto di separazioni familiari, non solo di un divorzio, che diventa una evoluzione naturale alla presa coscienza degli eventi. La riscoperta importante di sé e la forza di ricominciare sono gli elementi fondamentali del racconto.

  • «
  • 1
  • »

4378 Messaggi in 3663 Discussioni di 649 utenti

Attualmente online: Ci sono 44 utenti online