Fumetti

E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Crepax, Guido

Trovati 8 documenti.

Mostra parametri
Valentina. Strega comanda colore
0 0 0
Libri Moderni

Crepax, Guido

Valentina. Strega comanda colore / Guido Crepax

Milano : White star, 2018

Abstract: Come sarebbe stata Valentina a colori? Ispirandosi ai tanti altri lavori realizzati dal maestro del fumetto in bianco e nero, Archivio Crepax propone una selezione delle migliori storie rivisitate a colori. Sono quattro episodi tratti da due delle serie più originali realizzate da Crepax tra il 1965 e il 1972. Tutti incentrati sui principali antagonisti e sugli incubi ricorrenti di Valentina. Il leggendario "I Sotterranei", l'avventuroso "La discesa", l'inquietante "Baba Yaga" e l'allucinante "Il piccolo Re". Ogni episodio è stato colorato con uno stile diverso che rispecchia, in parte, il momento creativo dell'autore, i movimenti artistici che amava e, in parte, l'atmosfera e le emozioni del racconto. Un esperimento curioso e forse azzardato che ha già suscitato l'interesse di appassionati e critici del fumetto.

Valentina incontra Corto
0 0 0
Libri Moderni

Crepax, Guido

Valentina incontra Corto / di Guido Crepax

Milano : ES, 2018

Quaderni dell'eros ; 15

Abstract: Con "Valentina incontra Corto" continua la pubblicazione nei Quaderni dell'Eros di tutte le opere di Guido Crepax, maestro del disegno, creatore di Valentina, figura mitica di donna nota in tutto il mondo. Così come Corto Maltese di Ugo Pratt rappresenta, nell'immaginario collettivo, una delle figure di uomo più significative, più pure, più affascinanti, più amate. L'idea geniale di Crepax in questo album è di fare incontrare i due mitici personaggi: qui si conoscono, forse si amano, vivono insieme un'avventura straordinaria.

Valentina. Rembrandt e le streghe
0 0 0
Libri Moderni

Crepax, Guido

Valentina. Rembrandt e le streghe / di Guido Crepax

Milano : ES, 2018

Quaderni dell'eros ; 13

Abstract: Con "Valentina. Rembrandt e le streghe" continua la pubblicazione nei Quaderni dell'Eros di tutte le opere di Guido Crepax, riconosciuto maestro, a livello internazionale, del disegno e dell'incisione.

Conte Dracula, Frankenstein e altre storie horror
0 0 0
Libri Moderni

Crepax, Guido

Conte Dracula, Frankenstein e altre storie horror / Guido Crepax

Milano : White star, 2017

Vita privata di Valentina
0 0 0
Libri Moderni

Crepax, Guido

Vita privata di Valentina / di Guido Crepax

Milano : ES, 2017

Quaderni dell'eros ; 10

Abstract: Creata per essere la fidanzata di Philip Rembrandt, ben presto Valentina divenne l’assoluta protagonista delle pagine ideate, disegnate e scritte da mio padre. Probabilmente lui aveva sempre saputo che sarebbe andata così, ma per le sue prime storie aveva optato per un cbché più tradizionale, con un protagonista maschile diviso fra la tranquilla vita diurna di critico d’arte e le imprese notturne e sotterranee del più fascinoso Neutron. Quando però sia i lettori di «Linus » sia il suo direttore, l’amico Giovanni Gandini, gli fecero capire che era megho puntare sulla sua parte femminile, tutto continuò nella maniera più fluida e naturale possibile. Da avventure gialle, misteriose, fantascientifiche, le storie virarono verso un genere molto personale, che mai si era visto prima. Il piano narrativo non era più uno solo; ma, sovrapposti, la realtà, il sogno, l’immaginazione. Mondi paralleli che consentiranno a Valentina di vivere le sue avventure insieme a un’esistenza quasi normale e, nello stesso tempo, a una vita onirica luogo privilegiato di fantasie erotiche. Il personaggio è cresciuto, o megho, è invecchiato insieme al suo Autore, rivelando una psicologia sempre più definita, sfaccettata. Si può dire che progressivamente ha acquisito una identità separata da quella del suo artefice, quasi una sorta di burattino che, crescendo e maturando, diventa un bambino vero. Dopo dieci anni di storie, Valentina non è più solo l’alter ego femminile di Guido Crepax, con modi di lare e pensieri delle donne reali che popolavano la sua vita famigliare e di quelle immaginarie su cui fantasticava. E qualcosa di più, una persona con cui confrontarsi, dialogare, attraverso lo specchio che separa il mondo creato dal suo creatore.... Di Antonio Crepax

Valentina. La strega Baba Yaga
0 0 0
Libri Moderni

Crepax, Guido

Valentina. La strega Baba Yaga / di Guido Crepax

Milano : ES, 2016

Quaderni dell'eros ; 8

Valentina. Storia di una storia
0 0 0
Libri Moderni

Crepax, Guido

Valentina. Storia di una storia / di Guido Crepax

Milano : ES, 2016

Quaderni dell'eros ; 6

Abstract: "Con 'Valentina. Storia di una storia', mio padre, Guido Crepax, completa il suo percorso creativo nel rieditare a fumetti famosi romanzi erotici e non solo. Inoltre, per la prima volta egli costruisce un'intera storia basata sulla sua grande passione per la messa in scena, la rappresentazione. Un amore nato in tenera età, come testimoniano i teatrini e le marionette di cartone realizzati a soli 11 anni, e che avrebbe coltivato nel tempo, rafforzato e maturato fino a rappresentarlo grazie al disegno, che gli ha consentito di fare cinema e teatro senza essere regista, sceneggiatore o scenografo." (Antonio Crepax)

Valentina. La fine di Baba Yaga
0 0 0
Libri Moderni

Crepax, Guido

Valentina. La fine di Baba Yaga / di Guido Crepax

Milano : ES, 2016

Quaderni dell'eros ; 9

Abstract: "Nel creare la più pericolosa nemesi di Valentina, mio padre riprese il nome Baba Yaga dalla tradizione russa ma non si limitò a riportare su carta la strega delle fiabe. Quella che apparve nell'omonima storia del 1971 era in realtà una creatura nuova: antica e moderna, pericolosa e affascinante, attraente e repulsiva. Simbolo di un femminismo eccessivo e prepotente che mirava a sovvertire la società patriarcale, ma che al tempo stesso era metafora di un capitalismo autoritario e oppressivo. Nel rapporto tra Rembrandt, Valentina e Baba Yaga ci sono gli stessi dubbi e atteggiamenti contraddittori che dimostrava di avere nei confronti del soprannaturale." (Antonio Crepax)