download

Bibliografia tematica mensile, legata alla bacheca tematica che trovete in Biblioteca.

 

Trovati 18 documenti.

E' questa l'ora ...
0 0 0
Libri Moderni

Camonico, Lino

E' questa l'ora ... : diario di Lino Camonico, martire bassanese della Resistenza / [a cura di] Francesco Tessarolo

Bassano del Grappa (Vi) : Attilio Fraccaro, 2011

Fa parte di: Quaderni della Resistenza vicentina : documenti, diari, memorie, ricerche

Sui sentieri dei partigiani nel massiccio del Grappa
0 0 0
Libri Moderni

Capovilla, Lorenzo <1941- > - Capovilla, Lorenzo - De_Santi, Giancarlo

Sui sentieri dei partigiani nel massiccio del Grappa / Lorenzo Capovilla, Giancarlo De Santi

2. ed. riveduta e corretta

Treviso : Istresco ; Sommacampagna : Cierre, 2007

Il comandante Silva: l'ardimento e il sacrificio
0 0 0
Libri Moderni

Carollo, Liverio

Il comandante Silva: l'ardimento e il sacrificio : con il percorso escursionistico "L'ultimo viaggio di Silva" / Liverio Carollo

[Fara Vicentino : s.n.], 2020 (Grafiche Simonato)

Abstract: La presente pubblicazione vuole commemorare i cento anni della nascita del comandante Silva, Francesco Zaltron di Marano Vicentino, Medaglia d’Oro della Resistenza. La presente pubblicazione che si divide in tre parti: nella prima parte si traccia un profilo del comandante partigiano partendo dalla sua formazione, accennando alle azioni e ai colpi di mano che realizzò con il suo battaglione di montagna, per giungere ai giorni della battaglia di Granezza e poi alla sua tragica fine tra le valli di Mortisa. La seconda parte presenta diverse lettere che Silva inviò ai familiari. Appare qui un Silva inedito, intimo e schietto, un giovane sensibile che ha bisogno dell’affetto dei genitori e delle rassicurazioni della madre. Con la terza parte si presenta un itinerario a piedi che tocca i luoghi della sua ultima battaglia tra le contrade di Monte, Mortisa e Calvene. Un itinerario che è un “pellegrinaggio civile”, proposto perché i valori di libertà, di pace e tolleranza, propri della Resistenza, vengano recepiti da tanti giovani (e meno giovani) che camminano tra le nostre montagne di casa.

1943-1945
0 0 0
Libri Moderni

Comacchio, Giovanni Battista

1943-1945 : la Resistenza nel diario di Rino / Giovanni Battista Comacchio

[S.l. : s.n.], stampa 2008 (Romano d'Ezzelino : BST)

L'estate che imparammo a sparare
0 0 0
Libri Moderni

Filippetta, Giuseppe

L'estate che imparammo a sparare : storia partigiana della Costituzione / Giuseppe Filippetta

Milano : Feltrinelli, 2018

Storie

Abstract: "Alla svolta dell'8 settembre, gli italiani vedono abbandonata in strada una divisa che è unica, anche se ha gli stessi colori e la stessa foggia di quella dei militari che se ne disfano per tornare a casa nel caos della mancanza di ordini. È una divisa che ripete e incorpora tutte le divise dell'esercito italiano e che conferisce loro il senso e la forza della sovranità statale. È la divisa del 're-soldato', che viene simbolicamente gettata sulla via Tiburtina dal finestrino della Fiat 2800 in precipitosa fuga verso l'Adriatico. Simbolicamente perché il re continua a indossarla anche a Brindisi, ma a quel punto, malgrado l'identità di fattura, non è più la stessa divisa: la divisa del re che fugge ha preso per sempre il posto di quella del re che combatte." La Resistenza, sin dai suoi inizi, è anche una guerra per la sovranità. Una guerra combattuta singolarmente da ciascun partigiano per evitare che il vuoto di potere lasciato dall'8 settembre sia occupato dalla Germania nazista. Se si guarda all'eredità della Resistenza nella Costituzione solo attraverso le lenti dei grandi partiti, il rischio è quello di dimenticare l'esperienza costituente delle bande partigiane come costellazioni di singoli sovrani. Perché la Costituzione repubblicana è il risultato di singoli processi storici e giuridici che investono un arco di tempo più vasto di quello dell'Assemblea costituente e gli ordinamenti creati nel territorio dalle bande partigiane, le zone libere e le repubbliche sono tutte esperienze dirette a creare un nuovo ordine costituzionale. Con l'aiuto di un archivio di memorie e testimonianze, Giuseppe Filippetta racconta le scelte e le avventure di chi, dopo l'8 settembre 1943, intraprende, per dirla con Calvino, la "rifondazione di sé che si attua a partire da uno stato primitivo, fuori dalla società" e costruisce con coraggio, sofferenza e magari anche un po' di ingenuità le fondamenta di uno stato non più fascista.

Andare per i luoghi di confino
5 0 0
Libri Moderni

Foa, Anna <1944- >

Andare per i luoghi di confino / Anna Foa

Bologna : Il mulino, 2018

Ritrovare l'Italia

Abstract: Tra il 1926 e il 1943 l'Italia è disseminata di luoghi di confino: isole, da cui fuggire è più difficile, ma anche borghi arroccati e sperduti nell'Abruzzo-Molise e nel Sud, dove il regime fascista invia gli oppositori e successivamente anche gli ebrei. Luoghi desolati, abitati da contadini spesso analfabeti, stupefatti all'arrivo di gente ammanettata come delinquenti.Oggi le isole di Ponza, Ventatene, Lipari, Lampedusa, e le Tremiti, così come i paesini di montagna, sono mete turistiche in cui nulla sembra evocare quel doloroso passato. Eppure, sulla ricostruzione politica e sulla vita morale del nostro paese nel dopoguerra quelle esperienze di confino hanno contato molto. Uomini e donne di estrazione borghese si erano accostati a un mondo umile ma autentico, mentre la popolazione locale aveva potuto incontrare persone alle quali il privilegio non aveva impedito uno sguardo partecipe e perfino affettuoso, come quello di Carlo Levi.

Conoscere la resistenza
0 0 0
Libri Moderni

Fortini, Franco <1917-1994> - Pavone, Claudio - Rondolino, Gianni

Conoscere la resistenza : storia, letteratura e cinema della guerra civile in Italia (1943-1945) / Franco Fortini, Claudio Pavone, Gianni Rondolino

Milano : Unicopli, 2016

Abstract: Nel dicembre 1994 le Edizioni Unicopli pubblicavano un libro collettaneo: il titolo era lo stesso che si trova stampato sulla copertina del presente volume: "Conoscere la Resistenza". Il tentativo, già allora, era stato quello di fornire un'analisi della Resistenza né retorica né ideologica. Il seminario dal quale il libro era nato era stato strutturato in nove lezioni. Si partiva dal concetto di "guerra civile" e delle "tre guerre", che Claudio Pavone aveva già illustrato ampiamente nel suo celebre volume del '91, per poi analizzare le varie modalità della lotta antifascista e partigiana; la Repubblica dell'Ossola; la sinistra dissidente; gli scioperi del '43; il clima sociale dell'immediato dopoguerra; la vita partigiana; la letteratura e il cinema della Resistenza. La successiva ricerca storiografica e documentale, dal 1994 ad oggi, ha approfondito, interpretato, rinnovato molti degli aspetti più propriamente storici del periodo 1943-1945 raccontati nelle lezioni d i allora, che possono risultare al lettore di oggi piuttosto invecchiate. Al contrario, non ci sembrano per nulla superate le "lezioni" di Claudio Pavone, di Franco Fortini, di Gianni Rondolino.

Storia della Repubblica sociale italiana, 1943-1945
0 0 0
Libri Moderni

Franzinelli, Mimmo

Storia della Repubblica sociale italiana, 1943-1945 / Mimmo Franzinelli

Bari ; Roma : Laterza, 2020

Cultura storica

Abstract: La Repubblica Sociale Italiana ha avuto una storia breve: venti mesi convulsi che vanno dal settembre del 1943 all'aprile del 1945. Un periodo che rappresenta la pagina più buia del nostro Paese, in cui gli italiani sperimentarono la fine dello Stato, la fine della monarchia sabauda, la fine del fascismo e la sua rinascita, l'occupazione tedesca e la guerra civile al Nord. Un dramma di grande complessità, destinato a lasciare un segno duraturo nelle esperienze individuali e in quelle collettive. Questo libro, avvalendosi delle più recenti ricerche e di fonti poco conosciute, restituisce al lettore l'immagine complessiva delle sue varie (e contraddittorie) componenti: l'azione di governo, il dispiegamento repressivo, il collaborazionismo, lo scarto tra i progetti e le concrete realizzazioni. Un'attenzione particolare viene rivolta al ritorno di Mussolini, all'apporto fornito allo sforzo bellico germanico, alle formazioni armate (Brigate nere, X Mas, SS italiane, 'ausiliarie', polizie semiautonome), alla 'guerra sporca' ai partigiani e ai civili, alla caccia agli ebrei, fino alla transizione al dopoguerra tra giustizia sommaria e amnistie. Il risultato è un lavoro che ancora mancava nella pur vasta storiografia sull'argomento, capace di catturare il lettore raccontando un'epoca di eroismi e viltà, opportunismi e solidarietà.

Casàri, disertori e renitenti sul grappa. Le vicende drammatiche di "Ioanin" (settembre 1944)
0 0 0

Gramola, Benito - Borsato, Gianandrea

Casàri, disertori e renitenti sul grappa. Le vicende drammatiche di "Ioanin" (settembre 1944) / a cura di Gianandrea Borsato, Benito Gramola

Bassano del Grappa : Attilofraccaroeditore, 2020

Il processo del Grappa: dall'ergastolo all'amnistia
0 0 0
Libri Moderni

Gramola, Benito

Il processo del Grappa: dall'ergastolo all'amnistia : elenco, sintesi e antologia delle carte processuali (1946-1949) / a cura di Benito Gramola, Roberto Fontana ; intervento di Mario Dalla Palma

Bassano del Grappa : AttilioFraccaroeditore, 2011

Abstract: Avvenimenti che hanno lasciato un segno indelebile, doloroso e una ferita sempre aperta, quelli del rastrellamento del Massiccio del Grappa avvenuto nell’autunno 1944, sui quali i due storici, «dopo non facili ricerche, propongono, senza retorica e spirito di parte, il resoconto dei processi a suo tempo celebrati nei confronti di fascisti repubblichini di Bassano ed altri di fuori coinvolti nel rastrellamento». Gli atti di violenza, le intimidazioni e le persecuzioni, le abitazioni messe a ferro e fuoco, le fucilazioni e le barbare impiccagioni agli alberi dei viali in città di tanti giovani, drammatici avvenimenti che hanno messo in ginocchio la città, sui quali gli autori di “Il processo del Grappa. Dall'ergastolo all'amnistia” hanno cercato di portare il loro contributo per fare piena luce su molte vicende ancora aperte grazie alla voluminosa documentazione recuperata sui processi ai maggiori protagonisti del rastrellamento del Grappa, tenutisi a Vicenza nel 1946 ed a Firenze nel 1948. Documenti, interrogatori, sentenze e testimonianze dirette che potranno consentire di approfondire i tragici eventi di quel drammatico periodo della storia bassanese.

Paesaggi della Resistenza nei romanzi di Calvino, Fenoglio e Meneghello
0 0 0
Libri Moderni

Meazza, Carlo - Laforgia, Enzo Rosario

Paesaggi della Resistenza nei romanzi di Calvino, Fenoglio e Meneghello / testi di Enzo R. Laforgia ; fotografie di Carlo Meazza

Varese : Pubblinova Edizioni Negri, 2018

Abstract: Tre storie di Resistenza, tre scrittori, tre partigiani, tre diversi paesaggi. Il fotografo Carlo Meazza è ritornato, a settant'anni dalla fine della Lotta di liberazione, sui luoghi in cui si svolse l'esperienza partigiana di Italo Calvino, Beppe Fenoglio e Luigi Meneghello. Quella loro giovanile avventura è stata riversata nei loro romanzi ed elevata a grande letteratura: Il sentiero dei nidi di ragno; Il partigiano Johnny; I piccoli maestri. Leggendo questi romanzi abbiamo imparato a conoscere e ad amare le Alpi liguri di Calvino, le Langhe di Fenoglio, L'Altipiano di Asiago di Meneghello, gli ambienti cioè, in cui uomini e paesaggio, nel corso di quella esperienza storica, giunsero a fondersi. Il fotografo, con quei romanzi in tasca, si è messo alla ricerca dei luoghi in cui quelle storie si svolsero e sono state poi raccontate. Li ha trovati, li ha fatti uscire dalla pagina scritta, li ha fissati in immagini in bianco e nero, elevandoli a veri protagonisti. Le immagini possono ora dialogare con la parola letteraria, suggerendo nuove riflessioni e stimolando relazioni nuove tra passato e presente, tra memoria e immagine, tra parola e fotografia. Enzo R. Laforgia, con i suoi testi e le didascalie che accompagnano le immagini, ripropone una lettura di quei romanzi, alla luce del ruolo che ebbero i loro autori negli anni della guerra, facendo emergere la forte relazione, che è all'origine di ogni storia, tra un pugno di uomini ed un pezzo di terra.

I massacri nazifascisti a sud del Monte Grappa e il ruolo degli squadristi delle Brigate Nere di Vicenza e di Treviso (21-28 settembre 1944)
0 0 0
Libri Moderni

Meggetto, Paolo - Zonta, Roberto <1969->

I massacri nazifascisti a sud del Monte Grappa e il ruolo degli squadristi delle Brigate Nere di Vicenza e di Treviso (21-28 settembre 1944) / Paolo Meggetto, Roberto Zonta

[Vicenza] : Attilio Fraccaro, 2019

Abstract: Questo volume racchiude una dettagliata ricostruzione dei fatti accaduti nei giorni dal 21 al 28 settembre 1944 nella Pedemontana sud del Monte Grappa: nel nordest della provincia di Vicenza, nel territorio di Bassano del Grappa - città che fu teatro del barbaro eccidio del 26 settembre - e soprattutto nel nordovest della provincia di Treviso, nei comuni ai piedi del Grappa, e, in provincia di Belluno, nel comune di Quero. L'azione di rastrellamento, chiamata "Operazione Piave", venne attuata dai nazifascisti con l'obiettivo di sradicare l'attività di Resistenza svolta dai partigiani presenti sul Massiccio e gli storici e memorialisti non esitano a definirla il più drammatico e sanguinoso episodio della Resistenza veneta. Questa pubblicazione ha tra i suoi principali obiettivi quello di far comprendere come mai la maggior parte delle esecuzioni e delle vittime si collochino in questo versante sud del Grappa e come le responsabilità, mai fino in fondo accertate e sanzionate nell'immediato dopoguerra, siano da attribuire soprattutto ai reparti fascisti italiani delle Brigate Nere e non solo ai tedeschi. Anzitutto è stato accertato dagli autori il ruolo effettivo e decisivo negli eccidi delle diverse compagnie della Brigata Nera vicentina A. Faggion. Quanti eseguirono quei massacri nella maggior parte dei casi restarono impuniti. Il Monte Grappa è stato testimone di guerre e vite interrotte. Per questo la ricerca accurata di nomi ed episodi si rivela strumento fondamentale per dare voce alle vittime e per affrontare il trauma che ogni violenza porta con sé. (dalla presentazione di Alessandra Dissegna e l'introduzione di Lorenzo Capovilla).

La guerra dei poveri
0 0 0
Libri Moderni

Revelli, Nuto

La guerra dei poveri / Nuto Revelli

9. ed

Einaudi, 2014

Abstract: «È la guerra vista "dal basso", la guerra sofferta. [...] È, prima di tutto, la tragedia dei poveri cristi gettati allo sbaraglio, beffati, traditi, e che pure, nello sfacelo immane, di un esercito e poi di uno Stato, riscoprono in sé le ragioni profonde della dignità del vivere, del semplice valore umano».

Mai tardi
0 0 0
Libri Moderni

Revelli, Nuto

Mai tardi : diario di un alpino in Russia / Nuto Revelli ; introduzione di Paolo Di Paolo

Torino : Einaudi, c2020

Abstract: Di questo libro Alessandro Galante Garrone ha scritto: Non è solo e non è tanto uno spietato e rovente atto di accusa contro le cricche degli alti papaveri politici e militari, la criminale imprevidenza e impreparazione, le vergogne dei profittatori nelle retrovie, la prepotenza disumana e sprezzante dell'alleato tedesco. E' prima di tutto la tragedia dei poveri cristi gettati allo sbaraglio, beffati, traditi e che pure, nello sfacelo immane di un esercito e poi di uno Stato riscoprono in sé le ragioni profonde della dignità del vivere.

L'atleta partigiano
0 0 0
Libri Moderni

Tagini, Paolo <1980- >

L'atleta partigiano : Nino Torcellan Medaglia al valor militare della Resistenza bassanese / Paolo Tagini

[Bassano del Grappa] : Attiliofraccaroeditore, [2012?]

Vite spezzate
0 0 0
Libri Moderni

Tessarolo, Francesco <1953- > - Tessarolo, Francesco <1953- > - Meggetto, Paolo - Zonta, Roberto <1969->

Vite spezzate : gli eccidi nell'agro bassanese 1944-45 / Francesco Tessarolo, Paolo Meggetto, Roberto Zonta ; mappe a cura di Diego Geremia

[Bassano del Grappa] : Attiliofraccaroeditore, 2018

Abstract: Il rastrellamento nazi-fascista del settembre 1944 segna pesantemente la storia di Bassano del Grappa, trovando un tragico epilogo nell'impiccagione di 31 giovani lungo i viali più belli della città. Finora quei giorni drammatici sono stati indagati principalmente dal punto di vista storico-militare, mentre sono stati lasciati nell'ombra le storie e i volti di tante vite spezzate ...

L' Agnese va a morire
0 0 0
Libri Moderni

Vigano, Renata <1900-1976> - Vassalli, Sebastiano <1941-2015> - Vigano, Renata <1900-1976>

L' Agnese va a morire / Renata Viganò ; introduzione di Sebastiano Vassalli

20. ed

Torino : Einaudi, 2014

ET

Abstract: L'Agnese va a morire è una delle opere letterarie più limpide e convincenti che siano uscite dall'esperienza storica e umana della Resistenza. Un documento prezioso per far capire che cosa è stata la Resistenza [...].Più esamino la struttura letteraria di questo romanzo e più la trovo straordinaria. Tutto è sorretto e animato da un'unica volontà, da un'unica presenza, da un unico personaggio [...]. Si ha la sensazione, leggendo, che le Valli di Comacchio, la Romagna, la guerra lontana degli eserciti a poco a poco si riempiano della presenza sempre più grande, titanica di questa donna. Come se tedeschi e alleati fossero presenze sfocate di un dramma fuori del tempo e tutto si compisse invece all'interno di Agnese, come se lei sola potesse sobbarcarsi il peso, anzi la fatica della guerra [...]. (Sebastiano Vassalli)

Noi partigiani
0 0 0
Libri Moderni

Noi partigiani : memoriale della Resistenza italiana / a cura di Gad Lerner e Laura Gnocchi ; prefazione di Carla Nespolo

Milano : Feltrinelli, 2020

Varia

Abstract: Con la Resistenza è cominciata una nuova epoca, la nostra. Il tempo tragico ed eroico che ha messo fine allo Stato fascista ha per protagonisti donne e uomini capaci della decisione estrema di conquistare anche con le armi una libertà per molti sconosciuta. Ma la memoria svanisce e gli errori della storia possono ripetersi. Insieme all'Anpi, Gad Lerner e Laura Gnocchi hanno costruito un romanzo collettivo, frutto della raccolta senza precedenti di oltre quattrocento interviste filmate. Un'impresa che non è ancora finita, una corsa contro il tempo per dare voce a coloro che, nei venti mesi che separarono l'8 settembre 1943 dalla Liberazione, erano giovanissimi, adolescenti o addirittura bambini. È un tentativo di esplorare il mondo della loro scelta. Cosa passava per la loro testa? Come si sono formati i codici di comportamento, le idee, la visione del mondo, il loro "antifascismo esistenziale"? Molti vengono da famiglie in cui l'opposizione al regime risale agli anni venti. Altri, all'improvviso, l'8 settembre si trovarono a vivere le "svestizioni" frettolose e poi la disobbedienza all'arruolamento nelle file repubblichine e alla deportazione nei campi di lavoro in Germania. C'è chi andò in montagna da sedicenne, fuggendo da casa e rinunciando a frequentare l'ultimo anno di scuola, e chi scelse l'attività clandestina all'insaputa dei genitori. Episodi drammatici, amori leggendari e dinamiche familiari si intrecciano in un racconto corale di malinconia ma anche di felicità, che riporta alla luce i valori civili fondamentali che oggi dobbiamo difendere. Come scrivono Gad Lerner e Laura Gnocchi nell'introduzione, "chi liquida l'antifascismo riducendolo a ideologia obsoleta deve fare i conti con l'insegnamento che ci viene da questi uomini e da queste donne ancora presenti fra noi. La scelta da essi compiuta quando erano ragazzi deve rinnovarsi, a partire dal loro esempio, perché il fascismo non abbia un futuro".