OTTONE MENATO (1909-1991)


Ottone Menato fu giornalista ed appassionato sportivo, combattè in Africa e venne fatto prigioniero, dopo la guerra tornò a Valdagno lavorando alla Marzotto, fu fondatore del periodico "Il nostro Campanile" e scrisse diversi racconti, libri e poesie.

Nato a Valdagno il 7 giugno 1909, Fin da giovane praticò un’intensa attività sportiva: calciatore, sciatore, scalatore e scopritore di nuove vie di roccia. Esplorò le piccole dolomiti dove ora sono a lui intitolate la Tosse Menato e il Vaso Ottone. É stato Presidente della sez. locale del Cai negli anni '30- '35, e dell' Hockey Marzotto dagli anni '60 agli anni '64. Funzionario stimato e apprezzato presso la manifattura Lane della Marzotto dal '32 al '69. Combattente in A.O.I. dal 1935 al 1937. Nel settembre 1935, quando Ottone andò volontario in Africa Orientale inviava a La Vedetta fascista di Vicenza i suoi "peni" di spedizione su tipi, usi, costumi del paese di Amhara verso il confine sudanese o dell'amba di Uogherà ( le ambe sono montagne isolate di forma troncoconica dell'altopiano etiopico) nelle vicinanze del lago Tana dove la terribile stagione delle piogge portava allo spasimo la resistenza fisica e morale dei Legionari valdagnesi. Lo troviamo nuovamente combattente in Africa settentrionale nel '40 e per questo decorato con due Croci bronzee per meriti di guerra. Ferito in combattimento contro gli Inglesi, fu fatto prigioniero in India dal '40 al '46. Aveva il grado di tenente colonnello. La sua vocazione, possiamo chiamarla così, alla scrittura sia di opere narrative sia, soprattutto, giornalistica fu coltivata dagli incontri, durante la seconda guerra, quando fu fatto prigioniero e mandato in India, con giornalisti, Beppe Pegolotti (della Nazione di Firenze) e Nino Nutrizio (il futuro direttore de La Nazione) e il pittore e scrittore Enzo Benedetto, autore del Manifesto "Futurismo oggi" a cui anche egli aderisce; tali incontri e la scrittura furono anche un conforto alle forti tensioni e coercizioni psichiche del momento. Collabora e redige sia la rivista di arte varia "Alta tensione'', sia il giornaletto "Trampolino". Dopo la guerra rientra alla Marzotto, all' Ufficio Pubblicità, e al suo lavoro accompagna la collaborazione, oltre che al Bollettino, anche alla pagina letteraria di alcuni giornali con Cronache d'oltre mare (Gazzettino Sera-VE e Tempo nostro- ROMA - quindicinale di reduci delle classi 1908-1924). Iscritto all'Albo nazionale giornalisti e pubblicisti, è stato corrispondente per 21 testate a livello nazionale (fra cui Il Giorno, Il Gazzettino, Il Giornale di Vicenza, La gazzetta dello Sport); ha collaborato con altri giornali e periodici ed è stato redattore del Bollettino dei Lanifici Marzotto (Filo Diretto). Col suo spirito d'iniziativa aveva fondato il Notiziario ANLA Valdagno, pubblicazione molto apprezzata in ambito locale per la varietà e la ricchezza delle informazioni contenute che andavano dalle notizie sulle pensioni e sanità alla cronaca spicciola, passando attraverso le spigolature e i flash di storia locale. Ma il fulcro della sua attività giornalistica, in cui ha dato il meglio di se stesso può essere considerato sicuramente "Il nostro Campanile", che fonda nel 1956 , dopo essere entrato a far parte dell'Associazione PRO VALDAGNO e facendolo diventare l'organo di stampa della pro-loco presieduta allora dal Cav. Rino Marchetti. Intorno agli anni Settanta si intensificano i suoi incarichi: già nel 1964 era stato eletto Presidente del Gruppo dei Lavoratori Anziani Marzotto. Viene eletto presidente dell’Associazione Anziani per la Regione Veneto, consigliere nazionale della stessa associazione (ANLA) e Maestro del Lavoro. Scrisse, oltre ai numerosi articoli, racconti, libri e poesie. La sua produzione di scrittore l'ha posto all'attenzione anche nazionale con libri e pubblicazioni che hanno ottenuto premi e riconoscimenti ambiti. Tra i pubblicati ricordiamo: “C’è sempre un po’ di luce”, “Latin lovers”, “L’Ontano”, “Scavi a Qumran”. Ebbe dal matrimonio con Annamaria Giulini (sorella del maestro Giulini) due figli. Si spense a Valdagno il 21 settembre 1991.

 

(tratto da Dal Lago M, Fornasa S., Trivelli G., Dizionario biografico della Valle dell'Agno, secoli XII-XX, pp. 154-157).

 

Fondo Ottone Menato

Biografia Ottone Menato

 

Alcuni articoli su di lui:

Una biblioteca nel rifugio ricordando Ottone Menato

Latin Lovers

Senza rimpianti XY sorridente

 

Qui di seguito i libri di Ottone Menato e gli articoli su di lui presenti nelle biblioteche della Rete delle Biblioteche Vicentine, per vedere quelli disponibili nella Biblioteca di Valdagno è sufficiente selezionare alla voce "Biblioteca", qui a sinistra, l'opzione "Valdagno" dal menù a tendina.

 

Trovati 66 documenti.

Mostra parametri
Ottone Menato giornalista
0 0 0
Analitici

Ottone Menato giornalista / Rosalina Lora

Ottone Menato, 1909-1991
0 0 0
Libri Moderni

Ottone Menato, 1909-1991 : appunti per una biografia / a cura di Giannantonio Menato

Valdagno : [a cura dell'A.], 2002

Ottone Menato: romanziere e poeta
0 0 0
Analitici

Ottone Menato: romanziere e poeta / Rosalina Lora

Ottone Menato scrittore e alpinista
0 0 0
Analitici

Ottone Menato scrittore e alpinista

Ottone Menato: romanziere e poeta
0 0 0
Analitici

Ottone Menato: romanziere e poeta : “Senza virtuosismi e senza inutili lungaggini l'autore parla della vita vera...” (Seconda parte) / Rosalina Lora

Ottone Menato: romanziere e poeta
0 0 0
Analitici

Ottone Menato: romanziere e poeta : La bicicletta tutta la luce aspetta l'arruffato fanciullo senza voce / Rosalina Lora

Ottone Menato pubblica "Agnus Dei...”
0 0 0
Analitici

Ottone Menato pubblica "Agnus Dei...” / Giannino Danieli

La scomparsa di Ottone Menato
0 0 0
Analitici

La scomparsa di Ottone Menato : fondatore de Il Nostro Campanile / [s.n.]

Nuovo premio letterario a Ottone Menato
0 0 0
Analitici

Nuovo premio letterario a Ottone Menato / [s.n.]

Assegnato ad Ottone Menato il premio letterario Brunaccini
0 0 0
Analitici

Assegnato ad Ottone Menato il premio letterario Brunaccini : Dal Gruppo Italiano Scrittori di Montagna per il racconto lungo “S.M. Musopeloso”- La motivazione del premio – La cerimonia di conferimento a Milano / [s.n.]

Da lontano all'ontano
0 0 0
Analitici

Da lontano all'ontano : intervista a Ottone Menato / Domenico Franceschi

C'è sempre un po' di luce
0 0 0
Analitici

C'è sempre un po' di luce : Omaggio a Ottone Menato / [s.n.]

Arte e cultura valdagnesi
0 0 0
Analitici

Arte e cultura valdagnesi : Riconoscimento letterario a Ottone Menato / [s.n.]

Agnus Dei... : storie di lavoro in Valle d'Agno
0 0 0
Libri Moderni

Menato, Ottone

Agnus Dei... : storie di lavoro in Valle d'Agno / Ottone Menato

?Valdagno? : L'ontano, 1982

Con vento d'oriente
0 0 0
Libri Moderni

Menato, Ottone

Con vento d'oriente ; Balsamo indiano ; A briglia sciolta / Ottone Menato

[S.l. s.n., 19..]

C'è sempre un po' di luce
0 0 0
Libri Moderni

Menato, Ottone

C'è sempre un po' di luce / Ottone Menato

Verona : Contardi, 1951

I 7 briganti di Tonezza
0 0 0
Libri Moderni

Menato, Ottone

I 7 briganti di Tonezza / Ottone Menato

\S.l.! : Edizioni del Cimone, \19..!

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
La storia di sua maesta Black Bears
0 0 0
Libri Moderni

Menato, Ottone

La storia di sua maesta Black Bears / Ottone Menato

[S.l.] : CEDIV [!], 1990

L'ontano
0 0 0
Libri Moderni

Menato, Ottone

L'ontano : rassegna antologica a illustrazione del costume e del folklore in Valdagno e nella sua prealpe / a cura di Ottone Menato

Vicenza : V. Soldà, 1980

Abstract: Il volume propone un'immersione nella storia e nei costumi della valle del torrente Agno. Ogni capitolo tratta un aspetto particolare attraverso testimonianze e ricordi, brevi saggi, articoli, accompagnati da disegni, fotografie, riproduzioni di documenti ufficiali. La sezione iniziale, dal titolo "Escursioni nel lontano passato" narra sia episodi centrali nella storia della valle sia leggende, come i racconti dedicati alle anguane. Vengono illustrate le origini del nome Valdagno e di altri toponimi. Il volume approfondisce dunque le vicende storiche, ne presenta i protagonisti, descrive il paesaggio naturale, soprattutto le montagne. Il contenuto di diversi capitoli concerne infine il folclore: sono riportati proverbi, indovinelli, filastrocche, sono raccontate le tradizioni e le feste. Il testo si conclude con una raccolta di espressioni idiomatiche ed un glossario del dialetto valdagnese.

Agnus Dei
0 0 0
Libri Moderni

Menato, Ottone

Agnus Dei : Storie di lavoro della Valle dell'Agno /

Vicenza : L'Ontano, 1982