Trovati 2262 documenti.

Mostra parametri
La ribelle di Auschwitz
0 0 0
Libri Moderni

Birnbaum, Nechama

La ribelle di Auschwitz : [una commovente storia vera] / Nechama Birnbaum

Roma : Newton Compton, 2023

I volti della storia ; 740

Abstract: Rosie si è sempre sentita ripetere che i suoi fiammanti capelli rossi sono una maledizione, ma non ha mai dato peso a quella diceria. Tuttavia, nel 1944 la sua vita subisce una svolta tanto nefasta da dare quasi ragione alle malelingue: i nazisti la prelevano da casa e la rinchiudono nel campo di concentramento di Auschwitz. Qui la meravigliosa chioma di Rosie viene rasata a zero, e per lei si prospetta un futuro fatto di orrore e di morte. Nel suo cuore, però, alberga un'indomita determinazione. A dispetto di tutto, mentre intorno a lei i compagni di prigionia si rassegnano al loro destino, Rosie decide che sopravvivrà e tornerà a casa. Nechama Birnbaum racconta l'incredibile storia di sua nonna, rinchiusa nel più spaventoso dei lager nazisti e ostinatamente sopravvissuta alle privazioni e alle marce forzate.

Il gatto e la bambina del ghetto
0 0 0
Libri Moderni

Kacenberg, Mala

Il gatto e la bambina del ghetto / Mala Kacenberg ; traduzione di Adria Tissoni

Milano : Garzanti, 2023

Narratori moderni

Abstract: Polonia 1939. Mala ha davanti a sé una casa vuota. La casa in cui ha vissuto e riso per dodici anni con i suoi genitori e i suoi fratelli ora è abitata solo da un'eco silenziosa. Come molti altri ebrei, anche la sua famiglia è stata deportata, e lei è l'unica a essere sfuggita ai rastrellamenti. Ma non è sola. Ha il cuore distrutto e ha finito le lacrime, ma accanto a lei c'è chi riesce a darle la forza di andare avanti e non mollare: è Malach, la sua bellissima gatta. Il suo nome significa «angelo», ed è proprio questo che diventa per Mala giorno dopo giorno: la guida attraverso le campagne intorno alla città dove delle famiglie le offrono cibo e riparo per la notte; la protegge per evitare che raggiunga la sua famiglia nei campi di sterminio. Ma non è facile per la ragazzina nascondersi, anche se Mala si è ribellata ai suoi aguzzini strappandosi la stella di David dal braccio: le sue radici, le sue tradizioni e la sua fede possono più di qualsiasi discriminazione. Anche con la vigile protezione di Malach, però, non arrendersi allo sconforto è difficile. Nella sua mente è ancora vivo il ricordo delle perdite che ha subito e dei divieti a cui è dovuta sottostare, primo fra tutti non poter più studiare e andare a scuola. Mala deve trovare la forza per sopravvivere. E la sua gatta è sempre con lei a ricordarle che ogni cosa è possibile anche se intorno è solo buio. Una storia vera che ha emozionato la stampa di tutto il mondo e scatenato un passaparola senza paragoni. Ci sono parole dal valore universale; ci sono messaggi la cui importanza non tramonta mai; ci sono testimonianze che non si deve smettere mai di ascoltare.

L'artista della fuga
0 0 0
Libri Moderni

Bourne, Sam

L'artista della fuga : l'uomo che fuggì da Auschwitz per avvertire il mondo / Jonathan Freedland ; traduzione dall'inglese di Leonardo Clausi

Vicenza : Pozza, 2023

Bloom ; 246

Abstract: Auschwitz, 1944. La zona è un cantiere edile e rimbomba del rumore sordo del legno, dei cani che abbaiano e delle grida delle SS e dei Kapò. Walter Rosenberg controlla con cura la machorka, il tabacco russo, infilata nelle fessure delle assi della catasta di legno perché i cani trovino l’odore repellente. È nascosto con Alfred Wetzler in quella catasta da tre giorni. Ha udito migliaia di stivali che calpestavano il terreno, gli ufficiali che imprecavano, i cani con la bava alla bocca alla ricerca del minimo, fragile, trepidante segno di vita umana e, ora che l’anello esterno delle torri di avvistamento è sgombrato, è il momento giusto per scappare. Fuggire da Auschwitz a diciannove anni insieme con Fred, l’amico bohémien conosciuto a Trnava, in Slovacchia. Due ragazzi ebrei prigionieri dell’orrore nazista. Cosí comincia una fuga che è senza precedenti nella tragica vicenda della Shoah, una fuga che farà di Rudolf Vrba, – il nome che prenderà Walter Rosenberg peregrinando nei paesi dell’Europa dell’Est governati dagli alleati dei nazisti – un testimone meritevole di stare accanto ad Anna Frank, Oskar Schindler e Primo Levi. È una storia che mostra «come le azioni di una sola persona, anche adolescente, possano piegare l’arco della Storia, se non verso la giustizia, almeno verso la speranza». Rudolf Vrba racconterà, infatti, in maniera dettagliata e precisa, dello sterminio e del progetto della «soluzione finale». Non sarà creduto, sulle prime. Le trentadue pagine del suo rapporto arriveranno, tuttavia, fino a Roosevelt, a Churchill e al Papa e diventeranno poi il documento chiave del processo di Norimberga.

Se solo il mio cuore fosse pietra
5 3 0
Libri Moderni

Marrone, Titti

Se solo il mio cuore fosse pietra / Titti Marrone

Milano : Feltrinelli, 2022

Narratori

Abstract: Nel 1945 la grande villa di campagna di sir Benjamin Drage diventa una residenza per i piccoli reduci dai campi di sterminio, venticinque bambini tra i quattro e i quindici anni accolti e accuditi grazie all'iniziativa e alla determinazione di Anna Freud, figlia del grande Sigmund, e di Alice Goldberger, sua collaboratrice. Ciascun bambino ha una storia diversa, terribile e speciale, ciascuno viene da un proprio personale inferno. Alice e la sua équipe lottano per restituire loro un'infanzia, dando vita per oltre un decennio a un centro dove le più recenti acquisizioni della psicologia infantile, della pedagogia e dell'arte vengono messe al servizio delle necessità dei bambini provenienti da lager, orfanotrofi e conventi o dai nascondigli dove i genitori li hanno lasciati durante la guerra, nell'estremo tentativo di salvar loro la vita. Lo sguardo dolce e professionale di Alice ci mostra come, nello scorrere delle stagioni, si allenti in Gadi la necessità di nascondere il cibo, si riducano gli incubi di Berl e la presenza della morte nei disegni di Denny e si avvicini per tutti, a poco a poco, l'obiettivo più difficile: recuperare la fiducia negli adulti. Titti Marrone scava nella Storia, apre gli archivi, incrocia documenti, foto, diari e lettere per trasporre in un romanzo la coraggiosa e commovente esperienza di Lingfield. La sua penna segue con delicata partecipazione l'incontro con l'infanzia di ciascun bambino, l'affiorare di traumi e ricordi dolorosi, il progressivo sciogliersi dei nodi più stretti. Fino all'inizio delle loro seconde vite. C'erano solo pochi frammenti per ricostruire da dove venissero quei piccoli. Che cosa avevano visto, sentito, vissuto? Chi era la madre, chi il padre? La parte più delicata per i bambini di Lingfield stava per cominciare. E lei si sentiva pronta.

Mi chiamo Lily Ebert e sono sopravvissuta ad Auschwitz
0 0 0
Libri Moderni

Ebert, Lily - Forman, Dov

Mi chiamo Lily Ebert e sono sopravvissuta ad Auschwitz / Lily Ebert e Dov Forman

Roma : Newton Compton, 2022

3.0

Abstract: Una commovente storia vera. Lily Ebert fu deportata a 14 anni, ed è sopravvissuta ad Auschwitz. Non ha mai dimenticato il giorno in cui, appena dopo la liberazione degli Alleati, un soldato ebreo americano le ha regalato una banconota con su scritto: "Buona fortuna e felicità". Quel singolo gesto, dopo aver assistito all'orrore dei campi di concentramento, ha segnato in modo decisivo la vita di Lily, che si è impegnata a raccontare la verità sulla Shoah affinché non si ripetano mai più le atrocità del passato. Anni dopo, il suo pronipote Dov ha deciso di usare i social media per rintracciare il soldato, che è stato così determinante nella storia della loro famiglia. Ed è così che la popolarità di Lily è esplosa: il suo modo schietto e autentico di comunicare ha conquistato milioni di follower in rete, amplificando il suo messaggio di speranza. La storia di Lily, dall'infanzia felice in Ungheria all'arrivo ad Auschwitz, dalla morte della madre alla liberazione, è raccontata in prima persona con parole indimenticabili di speranza, coraggio, amore per la vita.

Una stella tranquilla
3 0 0
Libri Moderni

Scarnera, Pietro

Una stella tranquilla : ritratto sentimentale di Primo Levi / Pietro Scarnera

Roma : Coconino press : Fandango, 2022

Coconino cult

Abstract: La mattina del 19 ottobre 1945 Primo Levi tornava a Torino, dopo un anno di prigionia nel lager di Auschwitz e un viaggio di molti mesi nell'Europa dell'Est, con addosso un bisogno quasi fisico di raccontare ed essere creduto. Ripartendo dalle sue parole, senza mai sconfinare nella vita privata, Pietro Scarnera ne delinea un ritratto sentimentale che illumina gli aspetti meno raccontati della sua personalità: il percorso come scrittore, la passione per la scienza, il lavoro di chimico. Una rilettura che restituisce alle nuove generazioni la complessità di una delle figure fondamentali del Novecento. Un racconto per immagini delicato e profondo, vincitore del prestigioso Prix Révélation al Festival di Angoulême.

Il bambino scomparso
0 0 0
Libri Moderni

Sessi, Frediano

Il bambino scomparso : una storia di Auschwitz / Frediano Sessi

Venezia : Marsilio, 2022

Gli specchi

Abstract: Quando un evento orribile resta «incistato dentro, come un proiettile nel cervello», per sopravvivere al dolore si può parlarne, scriverne, tentare «di risolvere il rompicapo dell'invadenza» del passato nel presente, oppure confinare il ricordo in un angolo buio della mente, togliendogli voce e corpo, rendendolo altro da sé. Nel gennaio 1945, alla liberazione del campo di Auschwitz, Luigi Ferri, che appena undicenne era stato internato a Birkenau, sceglie il silenzio. Un silenzio radicale, senza appello, il solo che può lenire il trauma della prigionia e consentirgli di guardare al futuro con un barlume di speranza. Da quel giorno, Luigi cancella ogni traccia di sé, vanificando gli sforzi di studiosi, ricercatori, storici ed enti istituzionali che «hanno setacciato in lungo e in largo gli archivi nazionali e le anagrafi» per ritrovare il «bambino scomparso» di Auschwitz. Frutto della testimonianza raccolta attraverso colloqui privati con Luigi e della scoperta di materiali inediti, in questo libro Frediano Sessi, tra i principali studiosi italiani della Shoah, ripercorre le orme di quel bambino dalla fatidica notte dell'arresto - quando, pur ariano e cattolico, segue volontariamente la nonna ebrea - all'incontro con il medico austriaco Otto Wolken, il prigioniero che gli salva la vita e diventa per lui un secondo padre. Fino ai giorni concitati che vedono l'arrivo delle truppe sovietiche e la conclusione di un incubo durato tanto. Forse troppo.

La promessa di Auschwitz
0 0 0
Libri Moderni

Kornreich Gelissen, Rena - Kornreich Gelissen, Rena - Macadam, Heather Dune

La promessa di Auschwitz : una testimonianza inedita della vita delle donne nel campo di concentramento più orribile della storia / Rena Kornreich Gelissen e Heather Dune Macadam

Roma : Newton Compton, 2022

I volti della storia ; 732

Abstract: Nel marzo del 1942 Rena Kornreich, sua sorella e altre 997 giovani donne vengono radunate e costrette con la forza a salire sul primo convoglio di sole ebree diretto ad Auschwitz. Nessuna di loro può immaginare l'orrore che le aspetta. È solo grazie alla strenua volontà di proteggere sua sorella Danka, come ha promesso alla madre prima che la loro famiglia fosse divisa, che Rena trova la forza di non arrendersi. La attendono tre anni e quarantuno giorni di sofferenza e privazioni, ma alla brutalità spietata delle SS Rena sceglie di opporsi condividendo il poco cibo ottenuto tramite il contrabbando, e usando la gentilezza come arma contro la disumanità dei carcerieri. Questo libro è una preziosa testimonianza sulla vita delle donne nel campo di concentramento di Auschwitz e offre un punto di vista inedito su una delle pagine più buie della storia. Attraverso il racconto di straordinari gesti di umanità e degli indissolubili legami nati nell'inferno del lager, viene trasmesso un eccezionale messaggio di speranza, da tramandare alle generazioni future. L'orrore di Auschwitz raccontato da una sopravvissuta nel lager tre anni e quarantuno giorni.

Auschwitz Blocco 10
0 0 0
Libri Moderni

Hellinger, Magda - Lee, Maya

Auschwitz Blocco 10 / Magda Hellinger e Maya Lee ; con David Brewster

Roma : Newton Compton, 2022

I volti della storia ; 664

Abstract: Nel marzo 1942 Magda, una maestra d'asilo di venticinque anni, viene deportata ad Auschwitz insieme a un altro migliaio di donne: sono tra le prime ebree a essere rinchiuse nel campo. Qui, i nazisti hanno l'abitudine di designare una prigioniera come responsabile di tutte le altre, e Magda viene spesso scelta per questo ruolo. La sua vita nel campo prosegue quindi sul costante filo del pericolo: sfrutta in tutti i modi la sua posizione per aiutare le altre prigioniere, rischiando ogni volta di essere scoperta e giustiziata dai soldati. Basato sulla testimonianza della stessa Magda e su estese ricerche, questo libro ricostruisce un incredibile racconto di resilienza, bontà e misericordia: la prova che la parte migliore dell'animo umano può resistere anche in mezzo alle condizioni più atroci. L'incredibile testimonianza della sopravvissuta che salvò centinaia di ebree dagli esperimenti medici nel famigerato Blocco 10 di Auschwitz.

Il decimo girone dell'inferno
0 0 0
Libri Moderni

Hukanović, Rezak

Il decimo girone dell'inferno : una testimonianza diretta dai campi di concentramento in Bosnia / Rezak Hukanovic ; prefazione di Elie Wiesel ; postfazione di Paolo Rumiz ; traduzione di Sara Ferraro ; revisione di Azra Nuhefendic

Santa Maria Capua Vetere : Spartaco, 2022

I saggi ; 20

Abstract: Dante si era sbagliato. All'inferno non ci sono nove gironi, ma dieci. Rezak Hukanovic vi porta nell'ultimo, quello più spaventoso e straziante. Elie Wiesel Non distogliete lo sguardo, per favore. Qui vi si chiede di leggere fino in fondo, senza saltare le parti più scabrose, perché non si dica ancora: «Non sapevo». Paolo Rumiz Fino allo scoppio della guerra nei Balcani, Prijedor era una pacifica città dove musulmani, croati e serbi vivevano pacificamente da secoli. Nel maggio del 1992 le milizie serbe avviarono un rastrellamento dei residenti musulmani e croati che furono confinati nei campi di concentramento e torturati, nel tentativo di disumanizzarli, annientarli. Tra coloro che hanno vissuto l'incubo c'era il poeta e giornalista Rezak Hukanovic, un sopravvissuto, il cui avvincente libro-testimonianza riporta i crimini contro l'umanità commessi dai serbi nei campi di detenzione di Omarska e Manjaca. Hukanovic e suoi amici, colleghi, parenti, vicini furono sottoposti ad atti di terrore e tortura, impotenti spettatori di omicidi orribili. Attraverso i suoi occhi increduli osserviamo, attoniti a nostra volta, la civiltà strappata via sia all'aggressore sia alla vittima, e la brutalità più cieca che mette in discussione le concezioni di dignità e umanità. "Il decimo girone dell'inferno" è pubblicato oggi, per la prima volta Italia, da Edizioni Spartaco. Prefazione di Elie Wiesel Postfazione di Paolo Rumiz.

Chiedimi dove andiamo
0 0 0
Libri Moderni

Bissaca, Elena

Chiedimi dove andiamo : come raccontare Auschwitz ai giovani viaggiando sui treni della memoria / Elena Bissaca

San Cesario di Lecce : Manni, 2022

Studi

Abstract: Con l'istituzione ufficiale nel 2000 del Giorno della memoria, l'Europa ha scelto di affermare la centralità della Shoah come rappresentazione di un passato comune sul quale edificare la propria identità. È stato un passo fondamentale, ma con il trascorrere del tempo si corre sempre più il rischio che il 27 gennaio si svuoti di significato, venga banalizzato, e che "andare ad Auschwitz" si trasformi in "turismo dell'orrore". Partendo dall'esperienza ventennale dei treni della memoria, sui quali le scolaresche (e non solo) vanno a visitare i campi di concentramento, Elena Bissaca ragiona sui modi di preservare e trasmettere la memoria ai giovani interrogandosi sul senso e l'efficacia delle iniziative di celebrazione. Anche attraverso le loro testimonianze, Bissaca racconta come ragazze e ragazzi d'Italia vivono e recepiscono i discorsi sul passato, in che modo affrontano l'esperienza del viaggio e poi la ordinano e interiorizzano all'interno del proprio vissuto. E fornisce delle indicazioni per affrontare al meglio il lavoro attorno al 27 gennaio evitando di cadere nel voyeurismo, di anestetizzarsi davanti alla tragedia dei campi di sterminio, o di leggerla come unicum del Male perdendo dunque l'occasione che ci parli anche dell'oggi. Ne viene fuori un testo di educazione alla memoria, una riflessione su come la memoria possa costituire un sistema di valori e non solo una raccolta di ricordi.

Giuditta e l'orecchio del diavolo
0 0 0
Libri Moderni

D'Adamo, Francesco

Giuditta e l'orecchio del diavolo / Francesco d'Adamo

Firenze ; Milano : Giunti, 2022

Abstract: In un paese di montagna, nell'autunno del 1944, una bambina viene portata di nascosto a casa di Caterina, la moglie di Sandokan, il capo della banda partigiana che opera su in montagna. È cieca, con occhi inquietanti. Si chiama Giuditta, ed è scampata alla deportazione di tutta la sua famiglia. Giuditta è strana: è in grado di andare in giro per i sentieri della montagna come se ci vedesse, conosce tutte le erbe e i rimedi come le fattucchiere e parla con gli animali. Un giorno scopre l'Orecchio del Diavolo, un posto misterioso e maledetto dove si trova un muro alto e concavo, con al centro un sedile. Seduta lì, Giuditta sente le voci che arrivano dal fondovalle. Così, ogni giorno, torna all'Orecchio del Diavolo. ascolta le voci e i rumori, e riesce ad avvertire in anticipo i partigiani quando i tedeschi si mettono in moto. Per la vigilia di Natale Sandokan e otto dei suoi tornano in paese. Ma quando all'uscita dalla messa, passata la mezzanotte, sono circondati dai tedeschi è chiaro che qualcuno ha fatto la spia e li ha venduti. Giuditta allora sale all'Orecchio del Diavolo e resta lassù in ascolto, giorno e notte, per scoprire chi è il traditore... Età di lettura: da 12 anni.

Promemoria
0 0 0
Libri Moderni

Meneghello, Luigi

Promemoria : lo sterminio degli Ebrei d'Europa, 1939-1945 : in un resoconto di Ugo Varnai (1953) del libro The final solution di Gerald Reitlinger / Luigi Meneghello ; a cura di Luciano Zampese

Milano : BUR Rizzoli, ©2022 (stampa 2021)

BUR. Saggi

Abstract: Sarebbe importantissimo render noto al nostro pubblico queste cose, di cui i nazionalisti nostrani vanno dicendo che mancano le prove!" È questa la scintilla che spinse Luigi Meneghello a "recensire" The Final Solution di Gerald Reitlinger (1953), saggio pionieristico sullo sterminio degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale: ne nacquero tre articoli, pubblicati tra il 1953 e il 1954 nella rivista "Comunità", con un apparato iconografico per quei tempi ancora sconvolgente. In anni in cui quei fatti erano poco conosciuti e per molteplici ragioni si tentava di rimuoverli dalla comune coscienza, Meneghello seppe ricavare dal formidabile ma complesso lavoro di Reitlinger un resoconto scrupoloso e di esemplare chiarezza: l'indicibile orrore della Shoah diveniva comprensibile e comunicabile a un più ampio pubblico di lettori. Convintosi della perdurante attualità di quei suoi articoli, Meneghello acconsentì a ripubblicarli in volume quarant'anni dopo: in Promemoria (1994) la passione civile di Meneghello convive con la precisione stilistica di un grande scrittore che si fa storico per raccontare la pagina più tragica della storia europea.

Avevano spento anche la luna
0 0 0
Libri Moderni

Donkin, Andrew

Avevano spento anche la luna : graphic novel / Ruta Sepetys ; adattamento di Andrew Donkin ; disegni di Dave Kopka ; colori di Brann Livesay ; lettering di Chris Dickey

Milano : Garzanti, 2022

Abstract: Lina ha appena compiuto quindici anni quando scopre che basta una notte per cambiare il corso di una vita. Quando a ricordarle chi è - chi era - le rimangono soltanto una camicia da notte, qualche disegno e la sua innocenza. È il 14 giugno 1941 quando la polizia sovietica irrompe in casa sua, in Lituania. Lina, figlia del rettore dell'università, è sulla lista nera, insieme a molti altri scrittori, professori, medici e alle loro famiglie. Sono colpevoli di un solo reato, quello di esistere. Insieme alla madre e al fratellino viene ammassata con centinaia di persone su un treno e inizia un viaggio senza ritorno tra le steppe russe. Settimane di fame e di sete. Fino all'arrivo in Siberia, in un campo di lavoro dove tutto è grigio, dove regnano il buio e il freddo. Dove non resta niente, se non la polvere della terra che i deportati sono costretti a scavare, giorno dopo giorno. Ma c'è qualcosa che non possono togliere a Lina. La sua forza. La luce nei suoi occhi. E il suo coraggio. Quando non è costretta a lavorare, Lina disegna. Documenta tutto. Deve riuscire a far giungere i disegni al campo di prigionia in cui è rinchiuso suo padre. È l'unico modo, se ce n'è uno, per salvarsi. Per gridare che sono ancora vivi. Lina non si dà per vinta, giurando che, se riuscirà a sopravvivere, onorerà per mezzo dell'arte e della scrittura la sua famiglia e le migliaia di famiglie sepolte in Siberia.

Il sole splende ancora
0 0 0
Libri Moderni

Gruenbaum, Michael - Hasak-Lowy, Todd

Il sole splende ancora : un ragazzo a Terezin / Michael Gruenbaum ; con Todd Hasak-Lowy ; traduzione e cura di Matteo Corradini

Roma : Lapis, 2022

Abstract: È il 1939, Misha ha nove anni quando la sua infanzia tranquilla viene sconvolta dall'occupazione nazista di Praga. La sua famiglia viene dapprima obbligata a spostarsi nel ghetto poi, dopo la morte del padre, il ragazzo viene deportato con sua madre e la sorella nel campo di Terezín, dove il padre ha già trovato la morte. All'arrivo, li separano. Misha vivrà nella stanza 7 dell'edificio L417 assieme ad altri 40 bambini per due anni e mezzo. Un luogo piccolo e inospitale, dove sono costretti a convivere con la fame e la disperazione. Si comincia a sussurrare di convogli che partono da Terezín per altri campi di lavoro, serpeggiano i nomi di Auschwitz e Birkenau ma nessuno dei ragazzi sa realmente cosa siano. In quel dolore un ragazzo ha lo sguardo della speranza e della forza: è Franta, un ventenne che diventa il loro punto di riferimento di tutti i ragazzi della baracca. È lui a forgiare il loro spirito di squadra: «Non lasceremo che nulla ci separi dalla nostra umanità». Si fanno chiamare Nesharim, (aquile in ceco) e si sostengono a vicenda in una straordinaria storia di coraggio. Il valore di uno è la forza di tutti. Molti degli amici di Michael vengono deportati. Anche Misha viene fatto salire su un convoglio insieme alla sorella e alla mamma ma è solo grazie all'astuzia di quest'ultima che i tre, alla fine, avranno salva la vita. Michael verrà liberato nel maggio del 1945, quando ha quasi 15 anni.

La resistenza silenziosa
0 0 0
Libri Moderni

Ramella, Enrico

La resistenza silenziosa : diario di prigionia : 1943-1945 / Enrico Ramella ; prefazione di Sebastiano Favero

Milano : Mursia, 2022

Testimonianze fra cronaca e storia. 1939-1945: seconda guerra mondiale

Abstract: «Il dovere nostro è quello di combattere nei campi di deportazione la nostra battaglia di italianità". Questo è un diario prezioso, che illustra la particolare Resistenza di cui si sono resi protagonisti i militari italiani internati nei lager nazisti. Un diario che va oltre la cronaca di una detenzione opprimente e che attesta come pure nelle condizioni più tragiche gli animi umani possano essere sì fiaccati, ma non vinti. Di qui una continua alternanza di pagine buie e di squarci di speranza, col pensiero sempre rivolto a quella «Patria dolorante» per cui vale la pena soffrire anche da deportati in un paese straniero. Ecco il messaggio più fecondo di questo volume, che riflette la sensibilità di un ufficiale letterato ricco di amor patrio e di fede cristiana.

La donna con il vestito a righe
0 0 0
Libri Moderni

Midwood, Ellie

La donna con il vestito a righe / Ellie Midwood

Roma : Newton Compton, 2022

3.0

Abstract: Auschwitz, 1942. Helena scende dal treno su cui ha viaggiato ammassata insieme a tantissime altre persone. Sotto i suoi piedi la terra ghiacciata scricchiola. Davanti ai suoi occhi, l'inferno. Sa che non le resta molto tempo, che la sua morte è prevista per l'indomani. Accusata di un crimine che non ha commesso, si prepara a subire l'ennesima ingiustizia della follia nazista. E così, quando un ufficiale marcia verso di lei, strattonandola per portarla via, non oppone la minima resistenza. Ma, contrariamente a quello che si aspetta, il soldato le ordina di seguirla all'interno della caserma delle SS per cantare. Il contrasto tra l'atmosfera gelida e brutale del campo e il confortevole calore negli alloggi dei suoi aguzzini è straziante. Helena, stordita e provata dal viaggio, obbedisce agli ordini, ma non si rende conto immediatamente di quello che sta succedendo. Perché Franz, la guardia per cui ha cantato, annulla la sua esecuzione. E quella decisione ha il potere di condizionare in modo impensabile il corso della sua vita. Un romanzo basato su una storia vera e incredibile...

La libraia di Dachau
0 0 0
Libri Moderni

Ryan, Shari J.

La libraia di Dachau / Shari J. Ryan

Roma : Newton Compton, 2022

3.0

Abstract: Germania, 1940. Sotto il regime nazista, ogni giorno scompaiono persone innocenti, strappate alle loro case e ai loro cari. Così, quando Matilda scopre che Hans, di cui è perdutamente innamorata, è in pericolo, non esita a nasconderlo in soffitta. È disposta a tutto pur di proteggerlo, anche se ciò significa andare incontro a mesi di paura e privazioni, rischiando la vita. Nonostante le accortezze di Matilda, però, l'orrore irrompe in casa sua, travolgendo ciò che ha di più caro... America, 2018. Grace apre senza pensarci una busta giallo senape, appena arrivata con la posta, e fa una scoperta sconvolgente: ha ereditato una libreria nella piccola città di Dachau, in Germania. A lasciargliela è stata la nonna materna, una donna di cui lei non ha mai saputo nulla. Sua madre infatti, adottata da bambina, ha passato la vita a cercare i genitori biologici, ed è morta senza riuscirci. Ansiosa di scoprire qualcosa in più sulla sua famiglia, Grace parte per raggiungere la piccola libreria e ben presto si ritrova immersa in un mondo di ricordi gelosamente custoditi. Tra fotografie sbiadite e lettere scritte a mano, a poco a poco emerge la sconvolgente storia di una giovane donna che, nonostante abbia visto il suo unico vero amore rinchiuso oltre il filo spinato di un campo di concentramento, non ha mai perso la speranza. Un amore puro e immortale vissuto oltre il filo spinato.

L'Angelo di Treuenbrietzen
0 0 0
Libri Moderni

Dellai, Giordano

L'Angelo di Treuenbrietzen : vita di mons. Stefano Ave (1908-1982) / Giordano Dellai

Longa di Schiavon : Unità Pastorale di Schiavon e Longa, 2022

Le gemelle di Auschwitz
0 0 0
Libri Moderni

Kor, Eva Mozes - Rojani Buccieri, Lisa

Le gemelle di Auschwitz / Eva Mozes Kor e Lisa Rojani Buccieri

Roma : Newton Compton, 2022

3.0

Abstract: Nell'estate del 1944, Eva Mozes Kor giunse ad Auschwitz con la sua famiglia. I genitori e le due sorelle maggiori furono subito mandati alle camere a gas, mentre Eva e la sua gemella, Miriam, vennero affidate alle cure dell'uomo che è passato alla storia come l'Angelo della morte: il dottor Josef Mengele. Eva e Miriam avevano solo dieci anni. Nonostante ai gemelli fosse concesso, all'interno del campo, il "privilegio" di conservare i propri vestiti e i capelli, non venivano loro risparmiati i più atroci esperimenti. Sottoposti ogni giorno a procedure mediche mostruose, moltissimi di loro non sopravvissero. In un racconto crudo, che tratteggia in modo semplice quali erano le condizioni di vita nel più brutale campo di sterminio della storia, l'autrice offre la testimonianza di una bambina che si trova a fronteggiare il vero volto del male. Eva Mozes Kor ha dedicato tutta la vita a tener vivo il ricordo dell'Olocausto, lavorando al tempo stesso per trasmettere un messaggio di pace e perdono che, anche di fronte all'orrore, rappresenta il tesoro più prezioso da conservare.